le notizie che fanno testo, dal 2010

Senza blocco stipendi statali buco da 35 miliardi. Pronto nuovo bonus?

Il 23 giugno la Consulta dovrà decidere sulla legittimità costituzionale del blocco degli stipendi degli statali. L'Avvocatura dello Stato fa notare ai giudici della Corte Costituzionale che se la norma sarà dichiarata illegittima si aprirebbe un buco nei bilanci di circa 35 miliardi di euro per gli anni dal 2010 al 2015 e con "effetto strutturale di circa 13 miliardi" annui dal 2016. In arrivo un nuovo bonus?

Il 23 giugno la Consulta dovrà decidere sulla legittimità costituzionale del blocco della contrattazione nel pubblico impiego. Nella memoria difensiva, l'Avvocatura dello Stato fa notare quindi ai giudici della Corte Costituzionale che, se dovessero dichiare illegittimo il blocco degli stipendi dei dipendenti pubblici, si aprirebbe un buco nei bilanci di circa 35 miliardi di euro per gli anni dal 2010 al 2015 e con "effetto strutturale di circa 13 miliardi" annui dal 2016. L'Avvocatura dello Stato si appella quindi all'articolo 81 della Costituzione, quello modificato nel 2012 che introduce il pareggio di bilancio, e all'articolo 97 che sancisce, sempre dopo la modifica del 2012, che "le pubbliche amministrazioni, in coerenza con l'ordinamento dell'Unione europea, assicurano l'equilibrio dei bilanci e la sostenibilità del debito pubblico". C'è chi però non comprende fino in fondo la strategia dell'Avvocatura dello Stato nel non far dichiarare inconstituzionale il blocco della contrattazione visto che poi, come è successo per il blocco delle pensioni, il governo potrebbe aggirare la sentenza e attraverso un decreto magari elargire agli statali invece che gli stipendi arretrati un nuovo bonus.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: