le notizie che fanno testo, dal 2010

Parlamentare e sindaco di un grande Comune? La Consulta ha detto no

La Corte Costituzionale ha sentenziato che un politico non può essere, contemporaneamente, parlamentare e sindaco di un Comune con più di 20mila abitanti.

La Corte Costituzionale ha sentenziato che un politico non può essere, contemporaneamente, parlamentare e sindaco di un Comune con più di 20mila abitanti. La Consulta, che si è pronunciata sul caso sollevato dall'elettore Salvatore Battaglia, che aveva fatto ricorso presso il tribunale di Catania contro l'elezione di Raffaele Stancanelli (eletto nel 2008 sindaco di Catania due mesi dopo la sua nomina a senatore del Pdl), ha infatti bocciato la legge n.60 del 1953, nella parte in cui non prevede l'incompatibilità tra la carica di parlamentare e quella di sindaco di un grande Comune. Sul giudizio era intervenuto anche il Presidente del Consiglio Berlusconi, che aveva chiesto non ammissibilità del ricorso presentato dal cittadino. La decisione della Corte Costituzionale, la n.277 , avrà quindi valore per tutti quei politici che ricoprono il doppio incarico, che dovrebbero essere complessivamente 10, come calcola l'agenzia di stampa Asca. La prossima settimana si riuniranno le due giunte per le elezioni di Camera e Senato, dove si affronterà la questione e si cercherà di fare chiarezza sugli incarichi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: