le notizie che fanno testo, dal 2010

Consulta salva governo: blocco stipendi statali illegittimo ma sentenza non retroattiva

Gli statali avevano ragione. Il blocco dei loro contratti e dei loro stipendi avvenuto negli ultimi sei anni è "illegittimo" per la Corte Costituzionale che però sembra essere andata in soccorso del governo Renzi. Al contrario di quanto stabilito per il blocco delle pensioni, questa volta la Consulta ha deciso che la sentenza non è retroattiva. A partire dal 2016, comunque, lo Stato dovrà sborsare almeno 13 miliardi in più per riequilibrare gli stipendi dei dipendenti pubblici.

Gli statali avevano ragione. Il blocco dei loro contratti e dei loro stipendi avvenuto negli ultimi sei anni è "illegittimo" per la Corte Costituzionale. Ma i dipendenti della Pubblica amministrazione non riavranno nemmeno un centesimo di quanto perso in questi 6 anni. Il rimborso ai dipendenti pubblici sarebbe costato allo Stato almeno 35 miliardi di euro, il che vuol dire che tanto ha risparmiato prelevando "in maniera illegittima" i soldi dalla busta paga dei dipendenti pubblici. La Consulta sembra essere andata in soccorso del governo Renzi, che molto si era lamentato dopo che i supremi giudici avevano sentenziato che il blocco delle perequazioni sulle pensioni era altrettanto illegittimo. In quel caso l'esecutivo invece di rimborsare i soldi ai pensionati ha elargito un piccolo (definito da alcuni misero) bonus anche se di premio non si trattava visto che le somme da restituire erano più che dovute. Con i dipendenti pubblici il governo difficilmente avrebbe potuto "sfangarsela" allo stesso modo ma per sua fortuna la Corte Costituzionale ha stabilito che questa volta la sentenza non è retroattiva. A partire dal 2016, comunque, lo Stato dovrà sborsare almeno 13 miliardi in più per riequilibrare gli stipendi, a cui si dovranno anche aggiungere le buste paga dei 100mila insegnanti precari che la riforma della scuola promette di assumere entro il 1 settembre.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: