le notizie che fanno testo, dal 2010

Passera: che ansia, metà popolazione italiana è in crisi

Corrado Passera rivela che la metà della popolazione italiana è in crisi, circa 28 milioni di persone , ma assicura che "c'è un grande lavoro oscuro già fatto in questi mesi".

Corrado Passera voleva forse rassicurare gli italiani quando ha spiegato che per uscire dalla crisi al nostro Paese "serve uno sforzo minore" di quello che fu necessario nel dopoguerra, ma probabilmente tale affermazione ha sortito l'effetto contrario, visto che dopo la Seconda Guerra Mondiale l'Europa è ruscita a risollevarsi velocemente soprattutto grazie al Piano Marshall degli americani.
Il ministro dello Sviluppo Economico, nel corso del Festival dell'Economia di Trento, "tranquillizza" poi ulteriormente la platea quando chiarisce che "la situazione è tale che ogni giorno con ansia mi chiedo cos'altro aggiungere all'agenda per la crescita".
Domanda che probabilmente gli vorrebero chiedere quei "28 milioni di italiani coinvolti nella crisi economica, tra disoccupati, sospesi dall'occupazione, sottoccupati, cassintegrati, inattivi" e familiari che intervengono per tamponare le situazioni di emergenza, anche se in questo lungo eleco il ministro sembra aver però dimenticato il problema degli esodati .
Ma Corrado Passera non fornisce risposte, anzi rivela che quando gli "si chiede la ricetta per la crescita e di sintetizzarla in pochi punti" trova "una grande frustrazione perché non esiste una singola iniziativa che possa portare alla crescita", rivelando che comunque "c'è un grande lavoro oscuro già fatto in questi mesi".
Talmente "oscuro", penserà forse qualcuno, che quella luce in fondo al tunnel attesa dalla metà della popolazione italiana non si vede nemmeno lontanamente.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: