le notizie che fanno testo, dal 2010

Seul testa primo missile balistico che può colpire Corea del Nord

Mentre Pyongyang rivela di essere in grado di miniaturizzare le armi nucleari, la Corea del Sud annuncia invece di aver terminato con successo il suo primo test di un missile balistico in grado ci colpire qualsiasi parte della Corea del Nord.

Mentre pochi giorni fa la Corea del Nord ha rivelato (propagandato?) di essere in grado di miniaturizzare le armi nucleari, oggi la Corea del Sud annuncia invece di aver terminato con successo il suo primo test di un missile balistico. I funzionari del ministero della Difesa della Corea del Sud hanno assicurato che il missile balistico appena lanciato ha una gittata abbastanza lunga da poter colpire qualsiasi parte della Corea del Nord. La Corea del Sud ha cominciato lo sviluppo del nuovo missile balistico Hyunmoo-2B nel 2012, da quando cioè gli Stati Uniti hanno consentito a Seul di ampliare la gittata di tali armi fino a 800 chilometri. In questa maniera, la Corea del Sud è in grado di minacciare Pyongyang ma non ha la possibilità di raggiungere con i missili balistici la Cina o il Giappone. L'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap ha riferito che i nuovi missili balistici a lunga gittata potrebbero essere schierati già agli inizi del 2016, il che potrebbe far salire ulteriormente la tensione tra Seul e Pyongyang. La Corea del Nord, infatti, possiede già da tempo un arsenale di missili balistici che possono raggiungere qualsiasi parte della Corea del Sud e del Giappone, i due principali alleati degli Stati Uniti nella regione. La propaganda di Kim Jong-un inoltre vela che la Corea del Nord starebbe anche sviluppando un missile balistico intercontinentale, mentre a maggio Pyongyang avrebbe effettuato un test di lancio di un missile balistico da sottomarino (SLBM).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: