le notizie che fanno testo, dal 2010

Corea del Sud: possibile che 22 agosto Pyongyang lanci attacco provocatorio

Il leader della Corea del Nord Kim Jong-un ha ordinato al suo esercito di "entrare in uno stato di guerra" ed avverte che dal pomeriggio (ora locale) di sabato 22 agosto verranno intraprese "forti azione militari" contro la Corea del Sud. Il ministro della Difesa sudcoreano Han Min-goo sembra prendere sul serio le minacce di Pyongyang.

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha ordinato al suo esercito di "entrare in uno stato di guerra affinché sia pronto a combattere ed a lanciare operazioni militari a sorpresa lungo l'area di confine" con la Corea del Sud. L'esercito della Corea del Nord è stato quindi messo in uno stato di "semi-guerra" dal pomeriggio di oggi (ora locale). Kim Jong-un avverte quindi Seoul che se non farà tacere gli altoparlanti piazzati al confine che trasmettono messaggi di propaganda contro la Corea del Nord dalle 17:00 del pomeriggio (ora locale) di sabato 22 agosto verranno intraprese "forti azione militari" contro la Corea del Sud. Secondo l'agenzia Yonhap, il ministro della Difesa sudcoreano Han Min-goo prende sul serio le minacce di Pyongyang ammettendo che "esiste la possibilità che che la Corea del Nord possa lanciare delle provocazioni di un certo tipo" dal pomeriggio di sabato. Nonostante questo, un funzionario militare sudcoreano ha riferito alla Reuters che le trasmissioni di propaganda continueranno.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: