le notizie che fanno testo, dal 2010

Corea del Nord contro USA: pronti a guerra nucleare. Cina schiera 150.000 soldati?

Dopo che gli Stati Uniti hanno deviato nella penisola coreana il gruppo da battaglia della portaerei Carl Vinson, la Corea del Nord avverte che è pronta a "qualsiasi tipo di guerra voluta dagli USA", compresa quindi quella nucleare. Secondo indiscrezioni, la Cina avrebbe già schierato 150.000 soldati al confine della Corea del Nord per difendere l'alleato.

Come era prevedibile, a Kim Jong-un non è piaciuto il fatto che gli Stati Uniti abbiano diretto nella penisola coreana anziché in Austrialia il gruppo da battaglia della portaerei Carl Vinson, a propulsione nucleare.

La Corea del Nord avverte infatti che è pronta alla guerra e che Washington sarà pienamente responsabile per le eventuali "conseguenze catastrofiche". Al dittatore nordcoreano, che "non esiterebbe ad usare armi nucleari" per non fare la fine di Saddam Hussein e di Mu'ammar Gheddafi, devono infatti essere giunte anche le voci riguardo la possibile distribuzione in Corea del Sud di bombe atomiche USA.

Pyongyang evidenzia inoltre che il posizionamento del gruppo da battaglia stelle e strisce davanti alle sue coste "dimostra che le mosse sconsiderate degli Stati Uniti per invadere la Corea del Nord hanno raggiunto una fase seria".

Anche se il segretario di Stato USA Rex Tillerson assicura che lo spostamento del gruppo da battaglia nella penisola coreana "non è il primo passo per cambiare il regime in Corea del Nord", il Consiglio per la sicurezza nazionale ha infatti messo sul tavolo di Trump l'ipotesi di uccidere Kim Jong-un.

Un portavoce del Ministero degli Esteri nordcoreano chiarisce quindi che "se gli Stati Uniti osano optare per un'azione militare, chiedendo a gran voce 'un attacco preventivo' e la 'rimozione del quartier generale', la Corea del Nord è pronta a reagire con qualsiasi tipo di guerra voluta dagli USA", compresa quindi quella nucleare.

In molti pensano che questa sia la solita propaganda di Kim Jong-un, ma non si può non essere concordi con Pyongyang quando bolla questa eccessiva presenza militare americana nella penisola coreana come una mossa "stupida" e "scandalosa" del nuovo Donald Trump, quello che dopo l'attacco chimico in Siria ha rinnegato ogni promessa elettorale tanto che persino gli hacker si sono sentiti delusi da questo repentino voltafaccia.

Ed infatti anche la Cina, pur negando di aver schierato (come indiscrezioni vogliono) 150.000 soldati al confine della Corea del Nord per difendere l'alleato da possibili azioni militari da parte di Seul, avverte gli Stati Uniti che "data la situazione attuale, tutte le parti interessate dovrebbero dar prova di moderazione ed evitare attività che possono aumentare la tensione" nella regione.

© riproduzione riservata | online: | update: 11/04/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Corea del Nord contro USA: pronti a guerra nucleare. Cina schiera 150.000 soldati?
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI