le notizie che fanno testo, dal 2010

Corea del Nord annuncia nuovo test nucleare. Si monitorano livelli di radiazione

La Corea del Nord rivela di aver eseguito con successo il suo quinto test nucleare. A differenza dei precedenti annunci, stavolta mezzo mondo crede davvero che Kim Jong-un possiede l'atomica. Eppure non è da un terremoto che si può stabilire se sia esplosa o meno una bomba nucleare. USA, Giappone e Cina cominciano quindi a monitorare i livelli di radiazione.

Quando ha annunciato di essere in grado di miniaturizzare le armi nucleari e di aver testato la sua prima bomba all'idrogeno (bomba termonucleare), il leader della Corea del Nord Kim Jong-un è stato di fatto deriso da mezzo mondo. E' solo propaganda, assicuravano dagli Stati Uniti. Questa volta invece lo sbandierato test nucleare (il quinto) eseguito nella mattinata da Pyongyang sembra aver scatenato diversi timori.

Alle ore 8:30 (Eastern Time Zone), la Corea del Sud ha infatti rilevato una esplosione che ha generato una potenza di 10 kilotoni. Per dare un'idea, la bomba nucleare che gli Stati Uniti sganciarono su Hiroshima durante la Seconda Guerra Mondiale ha prodotto circa 15 chilotoni. L'esplosione ha inoltre causato un terremoto di magnitudo 5,3 nei pressi del Punggye-ri Nuclear Test Site nordcoreano.

Attraverso un annuncio statale, il governo di Pyongyang assicura che l'esplosione è stata provocata da un riuscito test nucleare che consentirà la produzione di "una varietà di più piccole, più leggere e diversificate testate nucleari ad alto potere esplosivo". Ovviamente da montare su uno dei missili balistici della Corea del Nord, simili a quei tre che pochi giorni fa sono caduti nelle acque del mar del Giappone.

"Temo veramente che la Corea del Nord lancerà un ordigno nucleare in diretta su uno dei suoi missili, ma ciò sarebbe estremamente pericoloso perché potrebbe scatenare una guerra" avverte Melissa Hanham, ricercatrice del James Martin Center for Nonproliferation Studies (come riporta la CNN).

Da settimane Pyongyang protesta d'altronde contro l'installazione al confine con la Corea del Sud del sistema antimissile americano THAAD (Terminal High Altitude Area Defense), che dovrebbe diventare operativo entro la fine del 2017. Sempre che non sia troppo tardi.

Mentre il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite fissa un incontro di emergenza, all'unisono Stati Uniti, Corea del Sud, Giappone e anche la Cina hanno condannano il test nucleare nordcoreano affermando che si tratta di una chiara violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. E' probabile che l'ONU proceda, come richiesto dagli Stati Uniti, ad applicare nuove sanzioni "per dimostrare alla Corea del Nord che esistono delle conseguenze per le sue azioni illegali e pericolose" come dichiara Obama.

Finora comunque le sanzioni non hanno sortito l'effetto sperato. Le sanzioni includono il divieto di Pyongyang ad esportare la maggior parte delle sue risorse naturali, vieta la fornitura di carburante per aerei e la vendita di armi alla Corea del Nord, e obbligano l'ispezione di tutti gli aerei e di tutte le navi nordcoreane che trasportano carichi all'estero.

Intanto, Barack Obama non nasconde il fatto che i test di Pyongyang rappresentano una minaccia per la sicurezza internazionale. "Per essere chiari, gli Stati Uniti non accetteranno mai la Corea del Nord come uno stato nucleare" ha dichiarato inoltre Obama. Posizione che non sembra preoccupare minimamente Kim Jong-un visto già nel luglio 2015 ha precisato che la Corea del Nord non è interessata a "nessun accordo sul nucleare in stile iraniano" perché Pyongyang possiede già "armi nucleari". All'epoca, però, nessuno credette veramente al leader nordcoreano.

Anche l'Unione europea si scaglia contro la Corea del Nord e l'Alto Rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini, afferma che il test di Pyongyang rappresenta "un'altra chiara violazione degli accordi internazionali a non produrre o testare armi nucleari". Dello stesso avviso la Russia, che invita la Corea del Nord a cessare i test e aderire finalmente al Trattato di non proliferazione nucleare.

In realtà Kim Jong-un ha già chiarito che il suo governo non è interessato a "discutere il congelamento o lo smantellamento delle armi atomiche in maniera unilaterale". Tradotto, vuol dire: perché gli USA per esempio possono avere l'atomica ed altri Paesi no?

A parte il panico scatenato, ci sonoperò prove che la Corea del Nord ha davvero effettuato un test atomico? La US Air Force ha annunciato che alzerà in volo il Boeing WC-135 Constant Phoenix per cominciare a prelevare campioni di aria. Anche il Giappone ha inviato quattro jet alla ricerca di possibili radiazioni. Non da meno la Cina, che ha attivato un piano di emergenza per iniziare a monitorare i livelli di radiazione nelle province confinanti alla Corea del Nord, ma finora i livelli di radiazione sarebbero risultati nella norma.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: