le notizie che fanno testo, dal 2010

Ciro Esposito "è in coma irreversibile ma cuore batte ancora"

Ciro Esposito, il tifoso partenopeo ferito da colpi di arma da fuoco poco prima della finale di Coppa Italia disputata allo stadio Olimpico di Roma tra Napoli e Fiorentina il 3 maggio scorso, è considerato "clinicamente morto" anche se la famiglia precisa: "Non è morto, il suo cuore batte ancora. E' in coma irreversibile ma ancora vivo".

Ciro Esposito, il tifoso partenopeo ferito da colpi di arma da fuoco poco prima della finale di Coppa Italia disputata allo stadio Olimpico di Roma tra Napoli e Fiorentina il 3 maggio scorso, sarebbe "morto" come riposta l'agenzia di stampa LaPresse. Già da qualche ora, erano cominciate a circolare notizie in merito all'aggravarsi dello stato di salute di Ciro Esposito, considerato "clinicamente morto" dopo che la situazione questa mattina era precipitata. Ed infatti la famiglia di Ciro Esposito precisa: "Non è morto, il suo cuore batte ancora". Ciro Esposito "è in coma irreversibile", attaccato alle macchine, ma "ancora vivo" sottolinea anche lo zio del tifoso, Vincenzo Esposito. Ciro Esposito, 27 anni, dal giorno degli scontri è rimasto ricoverato al policlinico romano Agostino Gemelli, dove è stato operato più volte. Per Ciro Esposito la prognosi è sempre rimasta riservata, per via delle varie complicanze dovute alla grave lesione traumatica subita. Fino ad oggi Daniele De Santis, in carcere, era accusato di tentato omicidio. Per gli inquirenti, De Santis, ultrà romanista detto "Danielino" o "Gastone", avrebbe agito in un commando di quattro persone. L'esame dello stub su De Santis è risultato però parzialmente negativo e la procura ha chiesto un incidente probatorio sulla pistola utilizzata per sparare contro Ciro Esposito ma anche contro Alfredo Esposito e Gennaro Fioretti, rimasti solamente feriti. Nel quartiere Scampia, a Napoli, è stata annullata la proiezione della partita Italia-Uruguay che sarebbe stata diffusa sui maxischermi. A deciderlo sembra che sia stato il presidente della Municipalità, che è anche il legale degli Esposito.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: