le notizie che fanno testo, dal 2010

Consip: pm Woodcock indagato per violazione del segreto d'ufficio

La Procura di Roma indaga Henry John Woodcock, poiché sospetta che sia stato il pm napoletano a rivelare a Il Fatto Quotidiano che c'era un'indagine in corso sugli appalti Consip e sul braccio destro di Matteo Renzi, Luca Lotti.

Nell'ambito dell'inchiesta Consip è stato indagato per violazione del segreto d'ufficio il pm di Napoli Henry John Woodcock. Secondo la Procura di Roma, Woodcock fu tra gli artefici della fuga di notizie, nel dicembre scorso, in merito alle indagini a carico del ministro dello Sport Luca Lotti, del comandante generale dell'Arma Tullio Del Sette e del comandante dei carabinieri della Legione Toscana, Emanuele Saltalamacchi. I tre sono a loro volta indagati per violazione di segreto d'ufficio e favoreggiamento perché avrebbero fatto arrivare ai vertici della Consip la notizia che delle indagini erano in corso.

Woodcock era uno dei pm titolari del fascicolo sugli appalti Consip e sull'imprenditore Alfredo Romeo, passato poi per competernza alla Procura capitolina.
Il Fatto Quotidiano, che per primo pubblicò la notizia delle indagini sulla Consip e sul braccio destro di Matteo Renzi, fa notare comunque che gli scoop sono avvenuti quando l'indagine era già passata a Roma, tentando così di allontanare i sospetti su Woodcock.

"Ho assoluta fiducia nei colleghi della procura di Roma e sono quindi certo che potrò chiarire la mia posizione, fugando ogni dubbio ed ombra sulla mia correttezza professionale e personale" dichiara il pm napoletano, che sarà interrogato nei prossimi giorni.

© riproduzione riservata | online: | update: 27/06/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Consip: pm Woodcock indagato per violazione del segreto d'ufficio
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI