le notizie che fanno testo, dal 2010

Taxi: Uber concordi parcella con autista e cliente, dice Conftrasporto

Conftrasporto interviene nel dibattito sullo scontro tra taxi ed Uber.

"Nessuno vuole opporsi a sistemi tecnologicamente avanzati, ma non è questo il punto. Qui si tratta di riconoscere la dignità di una professione", dichira in una nota il presidente di Conftrasporto, e vicepresidente di Confcommercio, Paolo Uggè, in risposta al general manager di Uber, Carlo Tursi, che ha dichiarato di voler estendere ulteriormente il servizio.

«Concordo sulla necessità di rendere più aderenti ai tempi leggi vecchie di 25 anni, che regolamentano il settore dei taxi e degli Ncc. Ciò che si chiede - spiega però Uggè - è che il servizio agli utenti venga fornito da operatori professionalmente idonei e che il rapporto, anche inerente il corrispettivo, rimanga tra l'operatore e il cliente".

"Chi esercita l'attività di intermediazione informatica è giusto che concordi la parcella con il professionista e il cliente. In questo modo non si nega la modernizzazione, ma si riconosce la professionalità di chi per esercitare il proprio lavoro ha compiuto sacrifici per tutta la vita, e si estende un servizio che ora è per pochi in un servizio per tutti", viene chiarito infine.

© riproduzione riservata | online: | update: 22/03/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Taxi: Uber concordi parcella con autista e cliente, dice Conftrasporto
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI