le notizie che fanno testo, dal 2010

Confindustria: prevista crescita PMI del Sud nel 2016

"Si rafforzano i segnali positivi dalle PMI del Sud: i livelli pre-crisi sono ancora lontani, ma la ripartenza sembra avviata", informa in una nota la Confindustria.

"Si rafforzano i segnali positivi dalle PMI del Sud: i livelli pre-crisi sono ancora lontani - espongono in una nota dalla Confindustria -, ma la ripartenza sembra avviata. Servono investimenti e finanza per consolidarla. Nel 2014, anche se in frenata, la crisi dà ancora i suoi ultimi colpi di coda nel Mezzogiorno: l'emorragia di PMI si è fermata in Italia, ma è proseguita al Sud e nelle Isole, con altre 2 mila PMI di capitali uscite dal mercato."
"Non sono mancati però i segnali positivi: nel 2015 calano con tassi a due cifre le chiusure di impresa, e 30.000 nuove imprese, spesso innovative, anche se in gran parte di piccolissime dimensioni, sono nate. Il processo di selezione ha fatto uscire le imprese fragili e rafforzato le altre, consolidando un sistema di PMI più ridotto ma più solido" prosegue l'associazione degli industriali.
La confederazione degli imprenditori rende noto in conclusione: "Le previsioni per i prossimi anni sono positive: nel 2016 e nel 2017, infatti, è attesa una crescita di fatturato e redditività delle PMI meridionali e un calo delle sofferenze, ma è ancora lento il miglioramento del rapporto tra debiti finanziari e capitale netto. In allegato il comunicato stampa integrale."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Confindustria# crisi# debiti# imprese# Italia# PMI# Sud