le notizie che fanno testo, dal 2010

Confindustria: crescita PIL solo grazie a dimezzamento prezzo petrolio e QE

"La crescita del PIL dello 0,3% non basta, anche perché non è merito nostro ma è dovuto solo al dimezzamento del prezzo del petrolio a rafforzamento del dollaro e al quantitative easing" denuncia Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria.

A spegnere l'entusiasmo di Matteo Renzi e dei renziani sulla crescita del PIL evidenziata dall'Istat è Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria. "La crescita del PIL dello 0,3% non basta, anche perché non è merito nostro ma è dovuto solo al dimezzamento del prezzo del petrolio a rafforzamento del dollaro e al quantitative easing". Il presidente di Confindustria quindi sottolinea come l'Italia non abbia ancora "fatto le pulizie interne, - ed esorta - bisogna fare le riforme, solo in questo modo possiamo far ripartire il Paese". Per Squinzi, infatti, quelli dell'Istat "sono dati sicuramente positivi che vanno nella giusta direzione. - concludendo - L'unica speranza è che ci sia una conferma nei mesi successivi perché abbiamo visto che un mese era positivo e l'altro era negativo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: