le notizie che fanno testo, dal 2010

Confidustria: Italia ferma da 15 anni. Nel 2017 crescita non è scontata

Il rapporto stilato dal Centro Studi di Confindustria mette nero su bianco come in Italia sia sia perso letteralmente un 15ennio. L'associazione degli industriali vede al ribasso anche il PIL del 2017 ed avverte che il prossimo anno "la crescita non sarà scontata".

"Non riusciamo a schiodarci dalla malattia della bassa crescita di cui soffriamo dall'inizio degli anni Duemila. Prima, durante e dopo la Grande Recessione si è accumulato un distacco molto ampio" rispetto agli altri Paesi dell'UE, avverte Confidustria, il cui Centro Studi ha limato ulteriormente le stime di crescita dell'Italia per il biennio 2016 - 2017. Per quest'anno, l'associazione degli industriali prevede infatti un aumento del PIL solo dello 0,7% (da un più 0,8%) mentre per il 2017 dello 0,5% (da più 0,6%). Confindustria precisa comunque che per il prossimo anno "la crescita non sarà scontata, ma va conquistata". Ed infatti, senza margini di flessibilità aggiuntivi per il 2017 sarà necessaria una manovra complessiva sui saldi di almeno 16,6 miliardi. "Gli altri crescono, noi siamo fermi da 15 anni" chiarisce quindi il capo economista di Confindustria, Luca Paolazzi. C'è poco ottimismo in viale dell'Astronomia, anche perché "per tornare alla situazione del 2007 dovremo aspettare il 2028", si sottolinea.

© riproduzione riservata | online: | update: 20/09/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Confidustria: Italia ferma da 15 anni. Nel 2017 crescita non è scontata
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI