le notizie che fanno testo, dal 2010

Caporalato: ora avanti su premialità a aziende agricole virtuose, dice Cia

"Il disegno di legge sul contrasto al caporalato, approvato in Senato, è un passaggio importante. Manca un tassello importante: l'introduzione di un collegamento efficace tra l'iscrizione alla Rete e forme di premialità per le aziende agricole virtuose", rivela in un comunicato la Confederazione italiana agricoltori.

"Il disegno di legge sul contrasto al caporalato, approvato in Senato, è un passaggio importante di un percorso legislativo lungo e complesso" dichiara in una nota il presidente nazionale della Cia-Agricoltori Italiani Dino Scanavino.

"Si tratta di un provvedimento positivo nella parte in cui si rafforzano le norme penali di contrasto al fenomeno - viene infatti sottolineato dalla Confederazione italiana agricoltori - Ora molta attenzione va posta alla fase attuativa di tali disposizioni, che non possono trascurare le caratteristiche sfuggenti, magmatiche, in continua evoluzione del caporalato e il fatto che vada affrontato in maniera realistica e con interventi puntuali rispetto alle singole situazioni. Per quanto riguarda la parte delle norme amministrative, il ddl non intacca l'impianto della contribuzione agricola che, grazie all'azione della Cia, resta trimestrale sia per quanto riguarda il pagamento sia per quanto riguarda la tariffazione."

"Anche se la norma che modifica la tempistica della dichiarazione contributiva dal 2018, prevedendone la mensilizzazione, richiede un ulteriore approfondimento che consenta di valutarne l'impatto in termini di appesantimento burocratico e anche di logica rispetto all'entrata in vigore proprio nel 2018 del Libro Unico telematico" precisa però la CIA.
"Inoltre - viene osservato quindi -, è positivo per la Cia il rafforzamento anche degli strumenti positivi di contrasto al caporalato, ovvero il rafforzamento della Cabina di regia del lavoro agricolo di qualità, istituita presso l'Inps. Però rispetto a quegli strumenti, manca un tassello importante: l'introduzione di un collegamento efficace tra l'iscrizione alla Rete e forme di premialità per le aziende agricole virtuose. Ciò anche al fine di generare un effetto di contagio positivo e dunque un aumento dei numeri, ancora troppo bassi, delle aziende iscritte."

"Insieme al Protocollo nazionale sottoscritto tra i Ministeri competenti e tutte le forze sociali a maggio di quest'anno per gli aspetti relativi al trasporto e all'accoglienza - si rivela inoltre -, questo ddl completa il quadro delle azioni possibili contro il caporalato favorendo le condizioni di un'alleanza globale (istituzioni nazionali, enti locali, magistratura, forze sociali)."
Si diffonde infine: "La stessa forza che va impiegata per contrastare le condizioni di vendita sottocosto cui sono costretti spesso i produttori agricoli. La recente mobilitazione della Cia sulla crisi del grano ha denunciato fenomeni speculativi che rappresentano delle vere e proprie forme di sfruttamento del lavoro. Anche su questo occorre trovare subito soluzioni adeguate che facciano leva sulla solidarietà sociale e sul senso di responsabilità di tutti gli attori coinvolti."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: