le notizie che fanno testo, dal 2010

CETA: se ben gestiti accordi commerciali saranno risorsa, dicono agricoltori

La Confederazione italiana agricoltori commenta la firma del CETA.

"Se ben gestiti, gli accordi di commercio internazionale tra l'Unione europea e i Paesi Terzi possono rappresentare una risorsa e un'opportunità per il sistema agroalimentare Made in Italy" assicura in una nota il presidente nazionale della Cia-Agricoltori Italiani Dino Scanavino sulla firma del CETA, il Trattato internazionale per la creazione di un mercato unico fra Canada e Comunità economica europea.

"L' inclusione nel Trattato con il Canada del sistema di denominazione di origine - espone quindi la Confederazione italiana agricoltori -, è frutto di un lungo e complesso lavoro portato avanti durante il negoziato che consente la tutela e la difesa dello straordinario patrimonio dei prodotti europei di qualità certificata."

Si illustra infine: "Un patrimonio, particolarmente strategico per l'agricoltura italiana, che merita tutti gli sforzi e le attenzioni necessarie a valorizzarlo sui mercati. Nell'ultimo anno, tra prodotti agricoli, cibi e bevande, le esportazioni tricolori in Canada hanno superato i 720 milioni di euro, con una crescita annua di 10 punti percentuali. Tenendo fisso l'obiettivo imprescindibile di salvaguardia delle nostre produzioni agricole i risultati positivi ottenuti con il Canada possono rappresentare un esempio di lavoro da seguire all'interno dei negoziati ancora in corso."

© riproduzione riservata | online: | update: 04/11/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
CETA: se ben gestiti accordi commerciali saranno risorsa, dicono agricoltori
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI