le notizie che fanno testo, dal 2010

Colombia: FARC propone in agenda di pace un Fondo delle Terre

Prosegue il dialogo, a Cuba, tra le FARC (Forze Armate Rivoluzionarie Colombiane) e i rappresentanti del governo per cercare di proseguire sulla via della tregua. Al primo punto dell'agenda del processo di pace ci sarebbe la richiesta di creare un Fondo delle Terre.

Qualche giorno fa la Chiesa cattolica, attraverso il Segretario della Conferenza Episcopale, Sua Ecc. Mons. José Daniel Falla, chiedeva ufficialmente alle FARC (Forze Armate Rivoluzionarie Colombiane) di arrivare ad un compromesso con i rappresentanti del governo, tutti riuniti a Cuba per cercare di proseguire sulla via della tregua. Oggi l'Agenzia Misna rivela che al punto primo dell'agenda del processo di pace colombiano c'è la richiesta, da parte delle FARC, di "creare un 'Fondo delle Terre', partendo da lotti lasciati improduttivi o sequestrati ai gruppi armati, per destinarlo alla riforma agraria". La Misna spiega infatti che in un comunicato diffuso dalle Forze armate rivoluzionarie della Colombia si legge come si voglia proporre "la creazione di un 'Fondo delle Terre', formato da terre provenienti da latifondi, terreni improduttivi o sfruttati non adeguatamente, terre inattive o sterili, acquisite mediante l'uso della violenza e l'espropriazione e confiscate al narcotraffico", lotti che potranno essere assegnati a "contadini senza terra e alle donne, in modo prioritario".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: