le notizie che fanno testo, dal 2010

Crisantemi fino 7 euro per il 2 Novembre: 400 mln in fiori

Il prezzo per portare i fiori ai defunti il 2 Novembre è aumentato, come dice l'Associazione Contribuenti Italiani, ma il 40 per cento degli italiani si recherà comunque a visitare i propri cari nei cimiteri anche per accendere un lumino.

Nel weekend di Ognissanti secondo le stime della Coldiretti, il 40 per cento degli italiani (non si hanno stime però sull' età media) si recherà nei cimiteri per portare dei fiori ai propri defunti.
Il fiore che tradizionalmente si porta è il crisantemo che fiorisce naturalmente alla fine di ottobre ma viene "programmato" dai florovivaisti con complesse tecniche di "sonno veglia" perché sbocci proprio per il weekend di Ognissanti.
Impegno comprensibile visto che ad esempio in questi giorni si venderanno 400 milioni di crisantemi al prezzo medio di due euro l'uno.
La forchetta del prezzo per l'acquisto di un crisantemo da portare ai propri defunti oscilla dalle ultime rilevazioni tra un euro e mezzo e i 7 euro.
A lamentare l'aumento dei prezzi è Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it (Associazione Contribuenti Italiani) che dichiara in una nota che "La festa dei morti è vissuta dai vivi come la festa delle speculazioni. I fiori freschi, diversamente dagli altri beni, non possono che essere acquistati in loco, essendo beni deperibili".
Alla speculazione dei fiori si aggiunge quella dei lumini che vengono accesi sulle tombe, che sono passati da 1,20 euro del 2009 a 2,60 del 2010, con un aumento del 120%, sottolinea l'Associazione.
Se si vuole un crisantemo con le sue radici, quindi con un vaso di plastica e un po' di terriccio, la spesa può tranquillamente arrivare ad una quindicina di euro, e salire a cifre più importanti se il crisantemo è in mazzi o all'interno di composizioni.
Il crisantemo è un fiore bellissimo che viene associato in Italia ai defunti e che quindi non ha mercato per altre occasioni, anche se in realtà "il fiore d'oro" (questa è la derivazione del suo nome dal greco) è simbolo di vita e di felicità in Giappone ed in Cina.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Cina# Coldiretti# euro# Giappone# Italia# plastica# sonno