le notizie che fanno testo, dal 2010

Troppe buche nelle strade: 60% italiani rischia un incidente. Codacons: Procure indaghino

"La ricerca condotta dalla Fondazione Luigi Guccione vittime della strada secondo la quale 6 italiani su 10 hanno rischiato nell'ultimo anno di rimanere coinvolti in un incidente a causa delle buche, conferma in pieno gli allarmi e le tante denunce lanciate dal Codacons sulla pericolosità del dissesto stradale", rende noto l'associazione dei consumatori.

"La ricerca condotta dalla Fondazione Luigi Guccione vittime della strada secondo la quale 6 italiani su 10 hanno rischiato nell'ultimo anno di rimanere coinvolti in un incidente a causa delle buche - si comunica dall'associazione dei consumatori -, conferma in pieno gli allarmi e le tante denunce lanciate dal Codacons sulla pericolosità del dissesto stradale."
«Le Procure di tutta Italia devono aprire indagini sul territorio indagando i Comuni per attentato alla sicurezza dei trasporti, laddove la presenza eccessiva di buche rappresenta un pericolo per i cittadini - dichiara il presidente Carlo Rienzi - e chi subisce un danno a causa del dissesto delle strade può chiedere il risarcimento danni all'amministrazione. A Roma, ad esempio, il Codacons ha lanciato una class action riservata ai motociclisti attraverso la quale obbligare il Comune a rattoppare le strade entro 90 giorni».
«Le buche sulle strade rappresentano un vero e proprio attentato alla sicurezza dei trasporti - spiega infatti Carlo Rienzi - Questo perché possono provocare la caduta dei motociclisti con ripercussioni fisiche anche gravi, e incidenti alle autovetture con danni a persone e cose. Proprio grazie a due denunce del Codacons la Procura di Roma ha aperto due diverse inchieste per accertare le responsabilità connesse alla presenza di buche nella capitale e alle irregolarità nei lavori di rifacimento del manto stradale con bitume non a norma».

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: