le notizie che fanno testo, dal 2010

Stazione Termini: troppi pochi controlli contro terrorismo per il Codacons

Il Codacons torna ad attaccare la carenza di sicurezza alla stazione Termini della Capitale, dopo i nuovi allarmi su possibili attentati presso lo scalo ferroviario.

"Il Codacons torna ad attaccare la carenza di sicurezza alla stazione Termini della Capitale, dopo i nuovi allarmi su possibili attentati presso lo scalo ferroviario" viene rivelato in una nota dall'associazione dei consumatori.
«Dopo gli ultimi allarmi relativi a possibili attentati, chiediamo di incrementare il livello di sicurezza alla stazione Termini, prevedendo controlli e verifiche anche su chi giunge allo scalo in treno e rimane all'interno della stazione» dichiara Carlo Rienzi.
«Ci sono evidenti falle nei sistemi di sicurezza a Termini - denuncia il presidente del Codacons, candidato a sindaco di Roma - Oggi i controlli sugli accessi sono limitati a chi da fuori vuole raggiungere i binari e si deve sottoporre alla vigilanza sui biglietti. Nessuna verifica, però, viene eseguita su chi entra alla stazione in treno provenendo da altre città o da altre stazioni della Capitale. Passeggeri questi che possono muoversi liberamente lungo i binari, assieme ai loro bagagli che potrebbero contenere esplosivi o armi».

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: