le notizie che fanno testo, dal 2010

Siae: artisti fanno bene ad affidare diritti d'autore ad altri, dice Codacons

"Pieno appoggio del Codacons a quegli artisti che, sempre più numerosi, stanno abbandonando la Siae, scegliendo altri enti per la gestione dei diritti d'autore", rivela in un comunicato l'associazione dei consumatori.

"Pieno appoggio del Codacons a quegli artisti che, sempre più numerosi, stanno abbandonando la Siae, scegliendo altri enti per la gestione dei diritti d'autore. Ciò che sta avvenendo negli ultimi mesi alla Siae è il frutto di anni e anni di carenze sul fronte della trasparenza della Società. Da anni la nostra associazione ha avviato una battaglia proprio a tutela della trasparenza in Siae e per difendere gli interessi di autori e artisti" afferma in una nota l'associazione dei consumatori.
"Trasparenza che - espone quindi il Codacons -, venendo a mancare, ha prodotto un danno anche economico agli iscritti. Basti pensare al caso Lehman Brother, con un investimento avventato da parte della Siae per la maxi-cifra di 40 milioni di euro, decisione al centro di un possibile conflitto di interessi e che è costata ad autori e artisti la bellezza di 27,6 milioni di euro, soldi letteralmente andati in fumo per le scelte sbagliate del CdA dell'ente."
Viene precisato in ultimo: "Vicenda per la quale il Codacons ha dovuto presentare un esposto alla Corte dei Conti per chiamare a rispondere i componenti del CdA Siae di allora tra i quali Diego Cugia di Sant'Orsola. Gli artisti che oggi escono dalla Siae sono lungimiranti e hanno capito che la scarsa trasparenza è un danno prima di tutto per gli iscritt."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: