le notizie che fanno testo, dal 2010

Renzi a Roma 1 giugno per sostenere Giachetti? Ma legge lo vieta

"Matteo Renzi non potrà in nessun caso partecipare alla manifestazione del prossimo 1 giugno a sostegno del candidato Roberto Giachetti e se lo farà entrambi saranno denunciati alle competenti autorità" afferma la lista Codacons, ricordando come la legge vieti tassativamente a chi rappresenta le istituzioni di fare propaganda politica.

"Matteo Renzi non potrà in nessun caso partecipare alla manifestazione del prossimo 1 giugno a sostegno del candidato Roberto Giachetti e se lo farà entrambi saranno denunciati alle competenti autorità" chiarisce la lista Codacons, ricordando come la legge vieti tassativamente a chi rappresenta le istituzioni di fare propaganda politica.
L'art. 9 della legge 28/2000 afferma testualmente: «Dalla data di convocazione dei comizi elettorali e fino alla chiusura delle operazioni di voto è fatto divieto a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l'efficace assolvimento delle proprie funzioni».
«Appare evidente che l'intervento del premier a sostegno di un candidato non può in nessun caso essere 'impersonale', considerata l'alta carica istituzionale da lui ricoperta, né 'indispensabile' ai fini del buon andamento della PA - spiega il candidato a sindaco di Roma, Carlo Rienzi - Per tale motivo la presenza del Presidente del Consiglio ad una manifestazione elettorale è non solo fuori luogo, ma addirittura vietata dalle norme, e per tale motivo, se Renzi non rinuncerà alla sua presenza il prossimo 1 giugno, sarà inevitabile una denuncia nei suoi confronti e verso il candidato Giachetti per concorso negli illeciti».

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: