le notizie che fanno testo, dal 2010

Potenza: maltrattamenti in centro riabilitazione. Serve videosorveglianza, dice il Codacons

"Ancora un caso di pazienti maltrattati in una struttura sanitaria italiana. Per questo motivo chiediamo sistemi di videosorveglianza in tutte le strutture sanitarie di tale tipologia", scrive in un comunicato il Codacons.

"Ancora un caso di pazienti maltrattati in una struttura sanitaria italiana - viene esposto in una nota del Codacons -, vicenda che ha portato sette persone fra medici e infermieri agli arresti domiciliari con le accuse di sequestro di persona e maltrattamenti aggravati e continuati ai danni di numerosi pazienti di un centro di riabilitazione di Potenza."
«I parenti delle vittime di maltrattamenti possono chiedere i danni nei confronti dei responsabili delle violenze - ricorda Carlo Rienzi - In tal senso la nostra associazione offre assistenza legale alle famiglie coinvolte, al fine di far ottenere loro il risarcimento per i danni morali e materiali».
"Sono troppi i casi di violenza in case di cure e centri di riabilitazione, e sempre a subire percosse e lesioni sono soggetti deboli e indifesi come anziani e disabili. Per questo motivo chiediamo sistemi di videosorveglianza in tutte le strutture sanitarie di tale tipologia, che consentano di monitorare l'operato di medici e infermieri nel rispetto della privacy del personale e dei pazienti" si puntualizza in ultimo.

© riproduzione riservata | online: | update: 08/04/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Potenza: maltrattamenti in centro riabilitazione. Serve videosorveglianza, dice il Codacons
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI