le notizie che fanno testo, dal 2010

Post terremoto, aiuti: sito internet per vendita prodotti locali

Codacons attiva un sito internet per aiutare le piccole aziende colpite dal terremoto in provincia di Rieti.

"Come avvenuto per il terremoto de L'Aquila, il Codacons - assieme all'associazione delle microimprese Comitas - ha deciso di fornire un aiuto concreto alle piccole aziende colpite dal sisma del centro-Italia. - fa sapere in un comunicato l'associazione dei consumatori - L'associazione ha infatti predisposto una piattaforma sul web per la vendita online dei prodotti locali, riservata a quelle imprese che operano nelle aree colpite dal terremoto."

Il Codacons diffonde quindi: "Attraverso il sito www.okcentroitalia.it propone la vendita online di prodotti tipici selezionati prevalentemente nelle zone colpite dal recente sisma: uno spazio sul web dove le aziende possono presentare prodotti enogastronomici e artigianali che rischiano di andare perduti a seguito del terremoto."
«Decine e decine di prodotti tipici e produzioni artigianali rischiano di scomparire, cancellate dal recente sisma - afferma il presidente Carlo Rienzi - Per questo abbiamo deciso di intervenire per salvare le piccole aziende che hanno sede nelle aree devastate dal terremoto. Un negozio virtuale già sperimentato con enorme successo dopo il sisma de L'Aquila, con oltre 600 diversi prodotti locali di oltre 60 aziende che aderirono al progetto venduti online e migliaia di ordini provenienti da ogni parte del mondo».

"Una iniziativa di solidarietà diretta - quella promossa da Codacons e Comitas - che consentirà ai cittadini di tutto il mondo di sostenere le piccole realtà produttive vittime del terremoto - si chiarisce in ultimo -, e alle imprese locali di non scomparire e continuare a vendere i propri beni. E in tema di solidarietà e raccolte fondi post terremoto il Codacons sta schedando tutte le iniziative pubbliche e private avviate in questi giorni, allo scopo di verificare come sarà utilizzato ogni singolo euro donato dagli italiani."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: