le notizie che fanno testo, dal 2010

Comunali: Tar Lazio su par condicio potrebbe rivoluzione palinsesti, dice Codacons

"Si attende per domani la decisione della terza sezione del Tar, che se dovesse accogliere il ricorso della Lista Codacons porterebbe ad una rivoluzione dei palinsesti televisivi, con le emittenti costrette a riprogrammare interamente trasmissioni e ospiti", illustra in un comunicato il Codacons che si batte per il rispetto della par condicio in vista delle elezioni amministrative 2016.

"Nel corso delle tribune elettorali di Raitre, il presidente Codacons, Carlo Rienzi, in qualità di candidato sindaco di Roma, ha attaccato duramente il Dg Rai Antonio Campo Dall'Orto per complicità con il Presidente della Commissione di Vigilanza, Roberto Fico" si diffonde in una nota dall'associazione dei consumatori.
«Temiamo ci sia un conflitto di interessi nell'attività della Commissione di Vigilanza, presieduta da un esponente del M5S - ha spiegato Carlo Rienzi - Se da un lato il Dg Rai non ha saputo nelle ultime settimane garantire una adeguata par condicio all'interno delle trasmissioni della rete, dall'altro la Commissione non è intervenuta per denunciare l'ampio spazio dato da 'Ballarò' lo scorso 24 maggio alla candidata del M5S Virginia Raggi, che ha tenuto un vero e proprio comizio di oltre 20 minuti dagli schermi di Raitre».
«Una situazione allarmante e un possibile conflitto di interessi che vede favorito il M5S e che danneggia gli elettori, i quali ricevono informazioni parziali e sono spinti a votare solo i candidati che vedono in tv» aggiunge Rienzi.

Si ricorda infine: "Intanto oggi l'Agcom è stata ascoltata dal Tar del Lazio sul ricorso promosso dalla lista Codacons contro l'archiviazione degli esposti sulla par condicio, e ha depositato una delibera con la quale raccomanda alle emittenti tv di garantire equilibrio in questo periodo elettorale."
"Un provvedimento che non soddisfa il Codacons, il quale ha chiesto al Tar un preciso obbligo per le reti di dare uguale spazio ai vari candidati, considerato che le semplici raccomandazioni dell'Autorità non servono a nulla e non danno la possibilità ai cittadini di conoscere in egual misura i programmi elettorali dei candidati. Si attende per domani la decisione della terza sezione del Tar, che se dovesse accogliere il ricorso della Lista Codacons porterebbe ad una rivoluzione dei palinsesti televisivi, con le emittenti costrette a riprogrammare interamente trasmissioni e ospiti" si segnala in conclusione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: