le notizie che fanno testo, dal 2010

Accademia Peperoncino: madrina la piccante Belen e denuncia Codacons

Il Codacons sulla scelta di Belen Rodriguez come madrina dell'evento organizzato dall'Accademia Italiana del Peperoncino.

"Il Codacons esprime un sincero dispiacere per la decisione dell'Accademia Italiana del Peperoncino, che - con un certo grado di intolleranza - ha scelto di conferire mandato ad un noto legale 'per querelare Codacons, Francesco Di Lieto e i giornali interessati per la diffusione di notizie false che ledono gli interessi dell'Accademia Italiana del Peperoncino Onlus organizzatrice', informa in una nota.
"L'Associazione - prosegue - si attende che la Regione Calabria e lo stesso Governatore, che a sua volta ha dichiarato 'discutibile' la scelta della madrina (Belen Rodriguez, ndr), verifichino accuratamente l'erogazione di contributi a chi manifesta cotanta intolleranza".

"Della questione ci si occuperà nelle sedi opportune ma è opportuno, da parte del Codacons, riconoscere l'errore: - ammette - il compenso per la presenza di Belen ammonta in effetti a 36.600 euro (di questa somma all'incirca 23mila euro sarebbero a carico della Regione Calabria), anche se l'Associazione attende di conoscere eventuali spese aggiuntive (spese di trasporto e soggiorno per la 'madrina' della manifestazione e l'eventuale staff) che, se confermate, ricondurrebbero la spesa alle cifre iniziali."

Si specifica in ultimo: "A ogni modo, e uscendo dal ginepraio di cifre, la questione rimane: la metà di uno spreco rappresenta pur sempre uno spreco, specie a fronte dei tanti e tanti progetti che - nel territorio calabrese - non godono di altrettanta fortuna. Ma c'è un altro punto: a giudizio dell'Associazione, la scelta di Belen Rodriguez resta contestabile proprio per le logiche che l'hanno ispirata. Il Codacons non può avallare visioni che usano e sviliscono la donna, relegandola al ruolo di mero 'oggetto'. La rappresentazione di una donna 'eccitante' come un peperoncino, 'piccante' se svestita, condensa una quantità di stereotipi di genere ormai sorpassati e francamente inaccettabili. La Regione Calabria vanta enormi bellezze naturali, spesso sottovalutate o, peggio, mortificate: non ha certo bisogno di Belen per attrarre turismo, e di sicuro non ha bisogno di rappresentazioni che confinano la donna nel recinto della seduzione."

© riproduzione riservata | online: | update: 22/08/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Accademia Peperoncino: madrina la piccante Belen e denuncia Codacons
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI