le notizie che fanno testo, dal 2010

Morte Ciro Esposito: legali chiedono intercettazioni di Mafia Capitale

Gli avvocati difensori di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ferito prima della scorsa finale di Coppa Italia e morto dopo 53 giorni in ospedale, hanno chiesto l'acquisizione delle intercettazioni dell'inchiesta romana "Mafia Capitale", riguardanti, in particolare, i contatti "tra Massimo Carminati e soggetti appartenenti alla tifoseria della Roma".

Gli avvocati Angelo e Sergio Pisani, difensori di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ferito prima della scorsa finale di Coppa Italia e morto dopo 53 giorni in ospedale, hanno inoltrato al sostituto procuratore della Repubblica di Roma, Eugenio Albamonte, un'istanza per l'acquisizione delle intercettazioni dell'inchiesta romana "Mafia Capitale", riguardanti, in particolare, i contatti "tra Massimo Carminati e soggetti appartenenti alla tifoseria della Roma", ritenuti dai legali "suoi fiancheggiatori". La morte di Ciro Esposito si intreccia così nello scandalo di Roma Capitale, tanto che gli avvocati della famiglia del tifosi chiedono appunto l'acquisizione delle intercettazioni avvenute nei giorni precedenti e successivi ai fatti dell'Olimpico. I legali spiegano che "non si esclude che i fatti per cui si procede possano essere stati commentati con dovizia di particolari da soggetti 'attenzionati' sia nella fase di preparazione che nei momenti successivi ai noti eventi che videro coinvolto il povero Ciro Esposito". L'obiettivo, è quello in particolare di identificare eventuali "complici di Daniele De Santis", finora unico accusato dell'omicidio di Ciro Esposito.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: