le notizie che fanno testo, dal 2010

Vaticano, Muller blocca diocesi Friburgo: no Comunione a divorziati risposati

A metà ottobre, la diocesi di Friburgo diffonde un documento dove, arbitrariamente, apre ai sacramenti, compresa la Comunione, ai cattolici divorziati e risposati. Ma ciò "in due punti non coincide con la dottrina della Chiesa" chiarisce l'arcivescovo Gerhard Ludwig Müller, prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, che invita a ritirare il documento.

A metà ottobre, rimbalzò la notizia che la diocesi di Friburgo, la seconda maggiore delle 27 in Germania, aveva stilato un documento dove, in sostanza, intende aprire (in maniera del tutto arbitraria) ai sacramenti, compresa la Comunione, anche nei confronti dei cattolici divorziati e risposati. A prendere posizione è l'arcivescovo Gerhard Ludwig Múller, prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, che ha inviato una lettera all'arcivescovo Robert Zollitsch, amministratore apostolico di Friburgo e presidente della Conferenza episcopale tedesca. Múller, che avrebbe inviato copia della lettera anche a tutti i vescovi della Germania, chiede all'arcidiocesi di Friburgo di ritirare quel vademecum visto che "la terminologia" espressa non solo "non è chiara" ma "in due punti non coincide con la dottrina della Chiesa". Nel documento stilato dalla diocesi di Friburgo, infatti, viene spiegato che se una coppia di cattolici divorziati e risposati decidono, dopo una seria riflessione, di ricevere i sacramenti, il prete ha l'obbligo di "rispettare" tale decisione. Múller, come riporta il quotidiano cattolico Die Tagespost che ha pubblicato il testo della missiva, sottolinea invece che se da una parte "il prete deve invitare tutti i fedeli ad interessati e a partecipare alla vita della Chiesa" dall'altra ricorda che "in base alle Sacre Scritture non è permesso ai divorziati risposati di partecipare al banchetto eucaristico". Múller, inoltre, mette in guardia le diocesi tedesche sul rischio di creare "confusione tra i fedeli circa la dottrina della Chiesa in merito alla indissolubilità del matrimonio", ribadita dal prefetto della Congregazione per la dottrina della fede anche in un recente articolo pubblicato sull'Osservatore Romano. Gerhard Ludwig Múller, inoltre, chiarisce che è stato già "espressamente vietato" da Giovanni Paolo II e Benedetto XVI il fatto di "celebrare cerimonie di preghiera" per i credenti divorziati e risposati, come si invita invece a fare nel documento stilato dalla diocesi di Friburgo. Il chiarimento di Múller arriva dopo un confronto con Papa Francesco, visto che l'iniziativa della diocesi di Friburgo ha suscitato grande incertezza tra i cattolici, e non solo in Germania.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: