le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma: massacrò di botte la fidanzata Chiara Insidioso Monda, sconto di 4 anni di pena in Appello

In primo grado era stato condannato a 20 anni di carcere per maltrattamenti e tentato omicidio con l'aggravante della continuazione. In Appello invece Maurizio Falcioni, il 35enne romano che nel febbraio 2014 ha massacrato di botte la convivente di 19 anni Chiara Insidioso Monda, ha avuto uno sconto di pena, ridotta a 16 anni.

In primo grado era stato condannato a 20 anni di carcere per maltrattamenti e tentato omicidio con l'aggravante della continuazione. In Appello invece Maurizio Falcioni, il 35enne romano che nel febbraio 2014 ha massacrato di botte la convivente di 19 anni Chiara Insidioso Monda, ha avuto uno sconto di pena, ridotta a 16 anni. Una sentenza che ha sorpreso talmente tanto amici e familiari di Chiara Insidioso Monda che alla lettura ci sono state vere e proprie urla contro i giudici. Rabbia da parte della madre della ragazza, che solo nel dicembre scorso è uscita dal coma e attualmente è ancora sottoposta a cure, mentre il padre ha accusato un malore, tanto da dover essere soccorso in ambulanza. Le proteste sono poi proseguite fuori l'Aula con gli amici di Chiara Insidioso Monda che gridavano "vergogna vergogna" rivolti al Tribunale romano. Durante l'udienza Maurizio Falcioni ha chiesto "perdono a Chiara" e "scusa" per quello che ha fatto ma la madre della giovane sottolinea: "Conta poco, lui uscirà fra 16 anni dal carcere (probabilmente anche meno, ndr), Chiara invece è condannata a vita". "Presenteremo istanza alla procura per sollecitare la presentazione del ricorso per Cassazione" dichiara l'avvocato della famiglia di Chiara Insidioso Monda, spiegando: "Purtroppo la Corte d'Appello non ha avuto il coraggio di dichiarare inammissibile l'appello proposto, in quanto avevamo segnalato che era una semplice enunciazione sterile di qualche motivo, senza andare a fondo della vicenda. Adesso aspettiamo comunque di conoscere le motivazioni della sentenza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: