le notizie che fanno testo, dal 2010

Chernobyl Day 2011: mobilitazione in tutta Italia

Mentre Fukushima erutta come una "slow Chernobyl", Chernobyl "originale" compie 25 anni. RNA - Rete Nazionale Antinucleare in Italia promuove anche quest'anno il Chernobyl Day, con il coraggio e la determinazione che rende onore alle milioni di vittime dirette o indirette del reattore numero 4.

In tutto il mondo il 26 aprile ci saranno i "Chernobyl Day 2011" per ricordare al mondo che questo 26 aprile è il 25esimo anniversario dell'esplosione del reattore nucleare sovietico. Una catastrofe nucleare immane di cui tutto il mondo paga ancora le conseguenze. A causa di Chernobyl milioni di persone, in primis i bambini e i nuovi nati che vivono intorno alle aree di fallout nucleare, continueranno a "sopravvivere" in precarie condizioni di salute. Una vergogna mondiale che si credeva solamente "sovietica" e che invece ritorna, con inquietante terrore (edulcorato da tonnellate di zucchero mediatico) anche nel tecnologico, libero e moderno Giappone, con l'apocalisse nucleare di Fukushima. Il fatto che le "apocalissi" nucleari siano invisibili è sia un paradosso in senso etimologico (apocalisse significa infatti "rivelazione"), sia una nuova conferma di quanto i popoli possano essere ancora ignoranti sull'argomento, dopo che milioni di loro fratelli e sorelle sono morti a causa di questa mortale tecnologia. Chernobyl non riesce ancora ad essere un monito, né Fukushima, che ancora erutta radioattività, ha la forza di convincere i governanti a dire NO al nucleare e alla sua radioattività. Il fatto che Fukushima sia una Chernobyl non ancora spenta e non ci sia una "sollevazione di massa" dei giapponesi (e dell'opinione pubblica mondiale) è la cartina di tornasole che questa è un'epoca di indifferenza totale. Anche nei confronti del proprio carnefice. Ecco perché è fondamentale che il 26 dicembre si celebri, come ogni anno, il Chernobyl Day. Il Chernobyl Day è infatti quella giornata organizzata internazionalmente per ricordare "25 anni di menzogne dell'industria nucleare e delle autorità. 25 anni di sofferenze irreversibili inferte ad intere popolazioni e territori" come si legge dal sito ufficiale "chernobyl-day.org" (qui l'appello in italiano http://is.gd/r9UqGG). L'appello alla partecipazione è forte: "Auspichiamo che si organizzino, ovunque possibile, azioni ed eventi per denunciare il nucleare e promuovere le alternative. Oggi più che mai è necessario un tributo storico alle vittime dell'industria e della produttività nucleare del mondo intero". Il Chernobyl Day è stato spesso boicottato ed è stata dura negli anni continuare a parlare di nucleare anche quando non era di moda. Bene lo sa la "RNA - Rete Nazionale Antinucleare" (nonukes.it) che si batte da sempre contro il Moloch nucleare (che ha mezzi, soldi e "soldati" più di qualsiasi altro "mostro") e che anche quest'anno è il promotore del Chernobyl Day in Italia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: