le notizie che fanno testo, dal 2010

Milan e Napoli derby angloitaliano. Inter, Ranieri cerca la rivincita

Milan e Napoli incontreranno Arsenal e Chelsea agli ottavi di finale di Champions League. L'Inter se la dovrà vedere contro il Marsiglia. Contento Allegri, tecnico rossonero: "Abbiamo ottime possibilità di passare il turno", un po' meno l'allenatore azzurro Mazzarri: "per vincere dovremo essere perfetti". Il coach nearazzurro Ranieri attende i francesi di Deschamps: "Mi ha già buttato fuori nel 2004 quando allenava il Monaco e io ero al Chelsea. Voglio la rivincita".

La sfida eterna del calcio tra Italia e Inghilterra riparte dagli ottavi di finale di Champions League: Milan e Napoli contro Arsenal e Chelsea. Per l'Inter, invece, le urne di Nyon hanno assegnato il Marsiglia. Il cammino delle italiane per arrivare a mettere le mani sulla "coppa delle grandi orecchie" non sarà quindi privo di insidie, a cominciare dal Napoli, chiamato a mettere in scena l'ennesima impresa che, dopo aver già battuto e eliminato le "star" del Manchester City, non sembra poi così impossibile. "Il Chelsea è una delle più forti squadre in Europa - ha detto il tecnico azzurro Walter Mazzarri subito dopo aver saputo l'esito delle urne - e dopo un periodo di crisi sta ritrovando la continuità anche grazie a campioni come Drogba". L'allenatore toscano sa bene i rischi che si hanno quando si incontrano squadre come quella di Villas Boas, ma sa anche che il suo Napoli è capace di mettere in campo quella grinta che gli ha già regalato tante soddisfazioni in questo inizio di stagione. "Abbiamo la prima in casa - ha affermato Mazzarri, facendo il punto della situazione - quindi la partita di Stamford Bridge sarà decisiva per la qualificazione: se vogliamo prendercela dovremo essere perfetti". E' invece più sereno Massimilano Allegri, tecnico del Milan, che oltre ad accettare l'Arsenal col sorriso, ha affermato: "Abbiamo ottime possibilità di passare il turno", ma ad un patto: "arrivare a febbraio nelle migliori condizioni e con tutta la rosa a disposizione, non come l'anno scorso (rossoneri sconfitti a San Siro dal Tottenham proprio agli ottavi, ndr)". Il Milan quest'anno sembra però una squadra più matura che, già appagata dalla vittoria dello scudetto dell'anno scorso, vuole puntare tutto sulla Champions. La vittoria della più importante competizione continentale manca da Milano dal 2007, quando, guidato da Carlo Ancelotti, il Milan affondò il Liverpool che faceva dell'esperienza la sua arma migliore. Diverso discorso per il prossimo avversario dei rossoneri, che Allegri giudica come una "squadra giovane, ben organizzata" ma nonostante ciò "alla nostra portata". Il sorriso più grande nel pomeriggio di Nyon spetta però a Claudio Ranieri. L'allenatore dell'Inter poteva dirsi "rilassato" già alla vigilia in quanto, avendo vinto il proprio girone, avrebbe corso meno rischi delle altre due italiane. Ma aver evitato lo Zenit di Spalletti e l'insidioso Basilea che ha mandato a casa il Manchester United lascia comunque tirare a Ranieri un piccolo sospiro di sollievo. Ecco quindi il Marsiglia di Didier Deschamps: "E' andata bene? Non so, un'avversaria valeva l'altra" ha poi commentato il tecnico nerazzurro, che contro la squadra francese vivrà una "sfida nella sfida" con il tecnico ex Juve e Monaco: "Sarà una bella sfida tra Inter e Marsiglia e tra me e Deschamps - ha detto -. Lui mi ha già buttato fuori nel 2004 quando allenava il Monaco e io ero al Chelsea (poi perse in finale contro il Porto di Mourinho, ndr). Ora voglio la rivincita" ha concluso.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: