le notizie che fanno testo, dal 2010

Ancora da investire 12 miliardi UE. Cgia: verranno persi se non spesi entro 2015

L'Italia ha utilizzato solo 35,4 miliardi di euro dei 47,3 messi a disposizione dai Fondi strutturali dell'UE nella Programmazione 2007-2013. La Cgia di Mestre avverte che verranno persi se non saranno spesi entro il 2015.

L'Ufficio studi della Cgia di Mestre rivela che, al 28 febbraio, l'Italia ha utilizzato 35,4 miliardi di euro dei 47,3 messi a disposizione dai Fondi strutturali nella Programmazione 2007-2013 dell'Unione europea. Rimangono ancora da spendere 12 miliardi, ma l'Italia dovrà farlo entro la fine del 2015. In caso contrario, verranno persi. "Alla luce del fatto che nel 2013 abbiamo rendicontato 5,7 miliardi e nel 2014 attorno ai 7,5, appare difficile che nei pochi mesi che rimangono alla fine di quest'anno riusciremo a spendere e a contabilizzare tutta questa dozzina di miliardi" osserva Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia. Paradossalmente, invece, l'Italia è molto più brava quando si tratta di versare i soldi nelle casse comunitarie. Nel periodo 2007-2013, l'Italia, infatti, ha versato a Bruxelles 109,7 miliardi di euro ma ne ha ricevuti, attraverso i programmi comunitari, 71,8. Bortolussi evidenzia: "Nel rapporto dare/avere con l'UE in questo settennato abbiamo registrato un saldo negativo di 37,8 miliardi di euro".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: