le notizie che fanno testo, dal 2010

Mondiali 2014, Prandelli: non solo Balotelli, tutti pronti a caricarsi in spalla la squadra

Soddisfatto Cesare Prandelli per la vittoria a Manaus dell'Italia contro l'Inghilterra, nonostante le condizioni climatiche proibitive. Commentando il gol della vittoria di Balotelli, Prandelli chiarisce che "tutti devono essere pronti" a caricarsi la squadra sulle spalle e "non solo Mario che ha dato tutto quello che poteva dare".

All’Arena Amazonia le cose sono andate come Cesare Prandelli le aveva preparate. "Avevamo l’idea di avere la supremazia a centrocampo e ci siamo riusciti" conferma il ct azzurro, sottolineando però il caldo bestiale di Manaus: "Si soffrirà sempre, ma sarebbero serviti i time-out perché avete visto che abbiamo dovuto abbassare il ritmo, era assurdo mantenere questa intensità. La squadra ha giocato bene, ha sofferto, ma questo succederà tutte le partite: l’importante è cercare di fare qualcosa in più dell’avversario". Malgrado le condizioni climatiche proibitive, gli azzurri sono sembrati in salute dal punto di vista fisico. Prandelli ricorda l'ottima preparazione a Coverciano, evidenziando come i Leoni d'Inghilterra abbiamo invece avuto "i crampi a metà del secondo tempo e stavano peggio degli azzurri". Quanto a Balotelli eletto "the man of the match" per il gol vittoria, il ct chiarisce che "tutti devono essere pronti" a caricarsi la squadra sulle spalle e "non solo Mario che ha dato tutto quello che poteva dare. - aggiungendo - Poi lo abbiamo tolto, abbiamo fatto tre sostituzioni per necessità ma questo è lo spirito che dobbiamo avere". Prossimo appuntamento per l'Italia di Prandelli è il 20 giugno contro Costa Rica, squadra che ha sconfessato le previsioni della vigilia superando 3-1 l’Uruguay. Il tecnico conlude: "Ci saranno molte sorprese, chi non conosce le squadre tante volte fa dei pronostici tanto per farli".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: