le notizie che fanno testo, dal 2010

Italia, Prandelli chiama Totti e "caccia" Daniele De Rossi

Il tecnico azzurro Cesare Prandelli non ha escluso una eventuale convocazione di Francesco Totti nella nazionale . Poi parla di un altro giocatore della Roma, Daniele De Rossi, che non ha ancora rinnovato con i giallorossi e potrebbe partire per giocare all'estero: "Se andasse via porterebbe in nazionale un bagaglio di esperienza in più".

Gol, vittorie, record e forse un ritorno in nazionale. E' quello che sta accadendo in questi giorni a Francesco Totti, fresco leader di tutti i tempi dei marcatori in Serie A con la stessa maglia, quella della Roma. Il capitano giallorosso è stato infatti oggetto delle parole di Cesare Prandelli, ct della nazionale italiana, che ha affermato: "A fine campionato valuteremo le condizioni fisiche di tutti – ha detto il tecnico azzurro alla trasmissione "5 minuti di recupero" su Rai Uno - soprattutto dei grandi campioni e dei giocatori di grande personalità, come Totti. Se staranno bene sicuramente saranno presi in considerazione". E' dunque una nuova apertura alla nazionale per il n. 10 romanista, che dopo il Mondiale vinto nel 2006 affermò di volersi dedicare solo alla squadra di club. Anche se, solo due anni dopo, con il ritorno di Marcello Lippi sulla panchina azzurra, fu Totti stesso ad affermare che un'eventuale chiamata in nazionale non sarebbe stata rifiutata. La convocazione non arrivò ma, a 35 anni compiuti, il "Bimbo de Oro" potrebbe esordire nuovamente con la maglia azzurra, sempre se conserverà questa forma fisica che lo ha portato al gol n. 211 in Serie A, a sole 5 lunghezze dal podio dei migliori marcatori di tutti i tempi, visto che il terzo posto è occupato da Giuseppe Meazza e José Altafini a quota 216 reti. Oltre al capitano giallorosso, Prandelli si sofferma sulla situazione del "vice" capitano della Roma. Daniele De Rossi non ha ancora rinnovato il contratto con il club di Trigoria e già si parla di una sua possibile partenza per una squadra all'estero. "Quando si perdono giocatori della nazionale - ha commentato a riguardo il Ct azzurro - il calcio può perder qualcosa dal punto di vista tecnico, ma può migliorare da quello della crescita del giocatore. Daniele se andasse via porterebbe in nazionale un bagaglio di esperienza in più".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: