le notizie che fanno testo, dal 2010

Pensioni: accordo tra governo e sindacati entro settembre, chiede Damiano (PD)

"Il 29 luglio prossimo ci sarà il cosiddetto 'tavolo politico' tra governo e sindacati con la presenza dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Camusso, Furlan e Barbagallo e di Poletti e Nannicini", ricorda in una nota Cesare Damiano, deputato dem.

"Il 29 luglio prossimo ci sarà il cosiddetto 'tavolo politico' tra governo e sindacati con la presenza dei segretari generali di CGIL, CISL e UIL Camusso, Furlan e Barbagallo e di Poletti e Nannicini. Si tratta, dunque, di un confronto importante che deve consentire di arrivare a un primo momento di sintesi dopo i numerosi incontri che si sono susseguiti. Bisogna concludere con un accordo entro il mese di settembre al fine di inserirne i contenuti nella prossima legge di bilancio" ribadisce in una nota il presidente della Commissione Lavoro alla Camera Cesare Damiano.

"Il nodo è, come sempre, quello delle risorse. - precisa - Se la coperta è corta per la complessità degli interventi che il governo intende attuare la priorità assoluta va data alla cosiddetta Agenda sociale: lavoro, lotta alla povertà e pensioni debbono avere una corsia privilegiata e il governo deve dimostrare di saper scegliere. Difendere gli ultimi e i più deboli ed evitare che altre persone scivolino nella povertà significa: consentire l'accesso anticipato alla pensione, con la flessibilità, ai disoccupati, ai lavoratori precoci, agli addetti ai lavori usuranti e agli invalidi; concludere il tema degli esodati con l'ottava salvaguardia; attuare il cumulo gratuito dei contributi; incrementare la quattordicesima per per i pensionati più poveri. Per quanto riguarda il lavoro, rendete strutturali gli incentivi e limitare fortemente l'uso dei voucher, significare aiutare i giovani a trovare una occupazione duratura e di qualità".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: