le notizie che fanno testo, dal 2010

Anno giudiziario: defaillance e insolvenza dello Stato italiano

I discorsi pronunciati durante la cerimonia d'apertura dell'anno giudiziario evidenziano "come la situazione quasi fallimentare della giustizia e dei suoi tempi si può definire quasi di insolvenza per lo Stato" e di "defaillance", spiega il pg di Cassazione Esposito.

"E' oramai sotto gli occhi di tutti come la situazione quasi fallimentare della giustizia e dei suoi tempi si stia trasformando in una situazione che si può definire quasi di insolvenza per lo Stato" afferma con gravità questa mattina il procuratore generale di Cassazione Vitaliano Esposito durante la cerimonia d'apertura dell'anno giudiziario.
Esposito spiega: "Non siamo più in grado neanche di pagare gli indennizzi dovuti per la violazione, non importa se constatata in Italia o a Strasburgo, dei canoni di un giusto e celere processo - aggiungendo - ciò ha portato di recente la Corte di Strasburgo a parlare, senza mezzi termini, di 'defaillance' dello Stato italiano, tale da minacciare perfino i meccanismi di applicazione della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali".
Anche Ernesto Lupo, primo presidente della Cassazione, prima di tutto preciosa che "un giudice capace, per la sua indipendenza, di assolvere un cittadino in mancanza di prove della sua colpevolezza, anche quando il sovrano o la pubblica opinione ne chiedono la condanna, e di condannarlo in presenza di prove anche quando i medesimi poteri ne vorrebbero l'assoluzione", quasi in risposta alle innumerevoli e quotidiane polemiche di questi giorni in merito al caso Ruby, che vede una parte della politica attaccare pm e magistratura.
"Questa apertura dell'anno giudiziario - continua Ernesto Lupo - cade in una fase particolarmente delicata e critica della vita del nostro Paese, in cui sembrano prevalere contrapposizioni, frammentazioni e interessi settoriali, mentre è necessario fortificare il senso della dimensione comune e della coesione collettiva, come presupposto per uscire dalle difficoltà che l'Italia vive".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Cassazione# gravità# Italia# libertà# Paese# Strasburgo