le notizie che fanno testo, dal 2010

Processo Melania Rea: sentenza su Parolisi venerdì 26 ottobre

I pubblici ministeri hanno chiesto una condanna all'ergastolo per Salvatore Parolisi, unico indagato per il delitto di Melania Rea. Il processo dovrebbe chiudersi venerdì 26 agosto, giorno in cui si attende la sentenza di Salvatore Parolisi.

Il processo, con rito abbreviato, sull'omicidio di Melania Rea sta per giungere al termine. La pubblica accusa e i legali della famiglia di Melania Rea, scomparsa il 18 aprile del 2011 e trovata morta a causa di 35 coltellate il 20 aprile a Ripe di Civitella, sembrano certi della colpevolezza del marito Salvatore Parolisi, caporalmaggiore dell'esercito. Salvatore Parolisi è accusato di omicidio pluriaggravato da crudeltà, vilipendio di cadavere e "minorata difesa", e per questo i pm hanno chiesto per il militare una condanna all'ergastolo. Su Salvatore Parolisi, in realtà, sembrano pesare soprattutto molti indizi anziché prove, e alcuni di questi paiono aver perso anche una certa consistenza nel corso del processo, che si celebra a porte chiuse. Tra gli indizi principi che porterebbero ad identificare Salvatore Parolisi come l'assassino di sua moglie quel DNA rinvenuto nella bocca di Melania Rea. Il DNA è quello di Salvatore Parolisi, e stando alle conclusioni delle analisi effettuate dalla procura e dalla parta civile il contatto con Melania Rea sarebbe avvenuto al massimo 10 minuti prima della morte della giovane mamma di Somma Vesuviana. Una perizia richiesta dal Tribunale di Teramo, però, lascerebbe intendere che tali conclusioni non possono avere una base certa, visto che per esempio non si conosce la quantità iniziale del materiale biologico trovato nella bocca di Melania Rea e soprattutto non ci sarebbe, al riguardo, sufficiente letteratura scientifica. In altre parole, le conclusioni della procura e della parte civile si ridurrebbero ad essere opinioni, per quanto plausibili. Nel corso dell'ultima udienza, quella in cui i magistrati hanno chiesto l'ergastolo per Salvatore Parolisi, i legali del caporalmaggiore hanno iniziato anche l'arringa difensiva. Arringa che proseguirà e si concluderà venerdì 26 ottobre, giorno in cui si attende la sentenza per l'omicidio di Melania Rea.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: