le notizie che fanno testo, dal 2010

Melania Rea:slitta incontro in carcere tra Salvatore Parolisi e figlia

Il 9 gennaio Salvatore Parolisi avrebbe potuto riabbracciare, anche se in carcere, la figlia, vista l'ultima volta a luglio prima del suo arresto per l'omicidio della moglie Melania Rea. Ma il Tribunale dei Minorenni dell'Aquila ha rinviato la visita accogliendo le istanze dei legali della famiglia Rea.

Slitta il primo incontro tra Salvatore Parolisi, in carcere perché accusato di aver ucciso la moglie Melania Rea lo scorso 18 aprile, e la figlia di appena due anni, che ha visto il padre l'ultima volta il 20 luglio, quando fu arrestato. L'incontro, fissato da diverso tempo, è stato annullato all'ultimo minuto perché i legali della famiglia Rea, Mauro Gionni e Marco Capone, avevano espresso il dubbio che non erano state prese sufficienti misure per evitare un trauma alla piccola. "Non vi è alcuna opposizione da parte della famiglia Rea affinché la piccola incontri il padre, ma tutto deve essere fatto con la massima attenzione per il bene della bambina" ci tiene però a sottolineare l'avvocato Gionni. Da quanto si apprende, la visita inizialmente era stata organizzata solamente con la presenza di una psicologa, anche se non la stessa che segue la piccola bambina da diversi mesi per aiutarla ad affrontare l'improvvisa lontananza dei due genitori. Gli avvocati della famiglia Rea avevano chiesto quindi che all'incontro fosse presente almeno la nonna, per evitare che la bambina si trovasse insieme a due persone "sconosciute", visto che non vede Salvatore Parolisi da diversi mesi. La richiesta era stata accolta però solo un giorno prima, e questo secondo i legali ha impedito la donna a prepararsi per un incontro con il presunto assassino della figlia. Nonostante tutto, i nonni sono partiti il 9 gennaio da Somma Vesuviana diretti a Teramo, spiegando che alla bimba avevano solo raccontato che avrebbero fatto una gita, senza accennarle il fatto che forse avrebbe potuto riabbracciare il padre. Riunitosi per esaminare le istanze dei legali della famiglia di Melania Rea, alla fine il Tribunale dei Minorenni dell'Aquila ha rinviato a data da destinarsi l'incontro. "Sarebbe auspicabile la presenza degli psicologi che seguono ogni giorno la piccola e che tutto avvenga vicino casa - conclude l'avvocato Gionni - D'altronde Parolisi, neppure lui adeguatamente preparato per oggi, è già andato in Campania per l'udienza presso il Tribunale dei minorenni che affidò la figlia ai nonni materni". Come riporta l'Ansa, indiscrezioni ipotizzano che forse l'incontro è stato fissato per venerdì 13 gennaio, che tra l'altro è la data di chiusura delle indagini in merito all'omicidio di Melania Rea.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: