le notizie che fanno testo, dal 2010

Melania Rea, legali Parolisi: uccisa da una donna, DNA è sotto unghia

La Procura di Alscoli Piceno ha chiesto al gip l'arresto di Salvatore Parolisi, ma i suoi legali rilanciano: la perizia avrebbe rivelato che sotto un'unghia di Melania Rea ci sarebbe il DNA di una donna, forse colei che l'ha uccisa.

Una fuga di notizia aveva anticipato la richiesta d'arresto per Salvatore Parolisi, marito di Melania Rea, formulata dalla Procura di Ascoli Piceno. Ora la parola passa al giudice per le indagini preliminari, ma a 24 ore di distanza i legali del caporalmaggiore, indagato per omicidio volontario, rilanciano: Melania Rea sarebbe stata uccisa da una donna. "Si chiede l'arresto di un uomo, ma gli accertamenti lasciano intendere che l'omicidio è stato compiuto da una donna", spiegano all'Ansa i difensori di Parolisi, Valter Biscotti e Nicodemo Gentile. "Nelle prime righe delle quasi cinque pagine di quesiti chiesti dai pm al medico legale - spiegano i legali del militare - si chiede di verificare se ci sono altri DNA oltre a quelli di Salvatore e Melania: ebbene, la risposta a questo quesito è quasi mascherata in due righe nelle conclusioni del perito", sottolineando che "occorre andare a spulciare i dati nelle oltre 80 pagine per scoprire che: Melania ha tentato di difendersi con le mani durante l'aggressione; sotto l'unghia di una mano è stato trovato del DNA di una donna; il DNA di Salvatore è stato trovato solo nella bocca di Melania come probabile conseguenza di un bacio", concludono gli avvocati. La verità riguardo l'omicidio di Milania Rea, quindi, sembra se non distante perlomeno ancora alquanto complicata dall'essere raggiunta.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: