le notizie che fanno testo, dal 2010

Melania Rea: Procura "in alto mare"? E si rivolge a "Chi l'ha visto?"

Le indagini sull'omicidio di Carmela Melania Rea sono "in alto mare", spiega il padre della donna. E il fatto che la Procura di Ascoli Piceno si sia rivolta alla trasmissione "Chi la visto?" per cercare delle persone non sembra smentire troppo questa supposizione.

Le indagini sull'omicidio di Carmela Melania Rea sono "in alto mare". A dirlo, il giorno del compleanno di Melania, che avrebbe compiuto 29 anni, il padre della giovane mamma uccisa da decine di coltellate. All'Ansa Gennaro Rea, ex militare, ammette che se fosse stato per lui avrebbe "fatto altro", ricordando che "gli addetti ai lavori dicono sempre che un corpo in due-tre giorni parla". E invece il corpo di Melania Rea è stato ritrovato il 20 aprile scorso, più di un mese fa, senza contare che la donna sarebbe morta, da esame autoptico, due giorni prima, il 18 aprile, quando Salvatore Parolisi, il marito, ne denuncia la scomparsa. Gli investigatori, pochi giorni fa, sempre all'Ansa, spiegavano di seguire "un filone preciso, che si dirama in più direzioni", pur precisando di "trascurarne altri". Tra questi "altri", forse, rientra il fatto che la Procura di Ascoli Piceno sta cercando di contattare delle persone che quel 18 aprile si trovavano a Colle San Marco, stando alle testimonianze probabilmente del marito di Melania Rea e di qualche altro testimone del luogo. E per ritrovarle la Procura ha chiesto alla trasmissione "Chi l'ha visto?" di lanciare un appello rivolto a queste persone. "La Procura di Ascoli Piceno - si legge in una nota nel sito della trasmissione - vorrebbe sentire alcuni testimoni presenti tra le 14 e le 16 circa del 18 aprile sul pianoro di San Marco, nella zona delle altalene e del chiosco". In particolare: "Una signora dai capelli biondi o castano chiari che era in compagnia di una bambina che cadeva cercando di riprendere un pallone che proveniva da alcuni ragazzi che stavano giocando; un gruppo di tre o quattro persone, tra le quali una donna dai capelli ricci con occhiali da vista - e infine - Informazioni utili potrebbero fornire anche i due ciclisti che il 18 aprile, dopo le 15:45, avevano appreso della scomparsa di Melania Rea davanti al bar ristorante "Il Cacciatore" e si interessarono alle ricerche". C'è da pensare al fatto che forse tali persone non si siano mai esposte forse anche perché non hanno molte informazioni utili da dare, ma è anche vero che in certi casi basta un particolare, magari avvalorato inconsapevolmente da un teste, a far luce su un delitto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: