le notizie che fanno testo, dal 2010

Scalata ostile Vivendi su Mediaset: governo monitorerà, assicura Calenda

Sulla scalata ostile di Vivendi su Mediaset, il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda assicura che "il governo monitorerà con attenzione l'evolversi della situazione".

"Gli investimenti stranieri sono sempre benvenuti, quando portano capitale di crescita e competenze e contribuiscono allo sviluppo del tessuto industriale italiano. Quando però si tratta di un'azienda che opera in un campo strategico come quello dei media, il modo in cui si procede non è irrilevante. Mi pare che questo principio sia in Francia ampiamente riconosciuto e assertivamente difeso" dichiara in una nota ieri sera, a Borse chiuse, il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda in merito alla scalata Vivendi su Mediaset, che ha già acquisito il 20% della società guidata dalla famiglia Berlusconi.

"Premesso dunque l'assoluto rispetto del governo italiano per le regole di mercato, non sembra davvero che quello che potrebbe apparire come un tentativo, del tutto inaspettato, di scalata ostile a uno dei più grandi gruppi media italiani, sia il modo più appropriato di procedere per rafforzare la propria presenza in Italia" chiarisce quindi Calenda, assicurando che "Il governo monitorerà con attenzione l'evolversi della situazione".

Per scalata ostile si intende quando prende avvio un'operazione di acquisizione della maggioranza assoluta o relativa dei diritti di voto con l'unico scopo di sottrarre il controllo della società all'azionista di maggioranza contro la sua volontà.

© riproduzione riservata | online: | update: 15/12/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Scalata ostile Vivendi su Mediaset: governo monitorerà, assicura Calenda
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI