le notizie che fanno testo, dal 2010

Taranto: telecamere in casa diroccata, arrestati 34enni per spaccio

"ICarabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto hanno arrestato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, due 34enni, pregiudicati del luogo. Era in corso da giorni, in città vecchia, una mirata attività info-investigativa, che permetteva di individuare un'abitazione diroccata, ubicata in Vico Serafico, che stranamente oltre ad essere 'video sorvegliata', risultava meta di numerosi tossicodipendenti", viene esposto in un comunicato i Carabinieri.

"Ieri sera - viene reso pubblico con una nota dell'Arma -, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto hanno arrestato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, due 34enni, pregiudicati del luogo. Era in corso da giorni, in città vecchia, una mirata attività info-investigativa, che permetteva di individuare un'abitazione diroccata, ubicata in Vico Serafico, che stranamente oltre ad essere 'video sorvegliata', risultava meta di numerosi tossicodipendenti."
La Benemerita poi osserva: "Per tali motivi, ieri pomeriggio una squadra del Nucleo Investigativo, effettuava un servizio di osservazione controllo pedinamento nelle immediate vicinanze dell'abitazione, e, dopo aver assistito ad un continuo andirivieni di giovani, decideva di intervenire. Stranamente una volta giunti innanzi alla casa, le voci che provenivano dall'interno si azzittivano; entrati, senza non poche difficoltà, i militari sorprendevano due uomini che accennavano ad un tentativo di fuga, ma venivano prontamente bloccati dagli operanti."
"Iniziava una meticolosa perquisizione, dapprima personale e poi domiciliare, che consentiva di recuperare, all'interno di una stanza, dove era presente un sistema di videosorveglianza, una busta di cellophane contenente tre panetti ed alcune stecche di sostanza stupefacente del tipo hashish del peso complessivo di 250 grammi circa" proseguono i militi.
"Nel corso delle operazioni veniva inoltre rinvenuto materiale per il confezionamento dello stupefacente - si illustra dunque -, due coltelli intrisi della medesima sostanza sequestrata nonché tre bilancini elettronici di precisione e somma contante di 410 euro in banconote di piccolo taglio. Quanto rinvenuto, unitamente da un monitor LCD e tre telecamere poste agli angoli dello stabile, che riprendevano in tempo reale le vie adiacenti all'abitazione, veniva opportunamente sequestrato."
"I due soggetti - si rende noto infine nel comunicato -, venivano condotti in caserma, ed espletate le operazioni di rito, entrambi venivano tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, come disposto dal pubblico ministero di turno presso la locale Procura della Repubblica, tradotti in carcere."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: