le notizie che fanno testo, dal 2010

Sparatoria davanti Palazzo Chigi: condannato a 16 anni di carcere Luigi Preiti

Luigi Preiti, che sparò davanti a Palazzo Chigi il giorno del giuramento del governo Letta, ferendo tre carabinieri di cui in maniera grave il brigadiere Giuseppe Giangrande, è stato condannato a 16 anni di carcere. L'accusa, nel corso del processo con rito abbreviato, aveva chiesto 18 anni di reclusione per il 46enne di Rosarno.

L'accusa aveva chiesto 18 anni di carcere, ma alla fine il gup ha inflitto a Luigi Preiti 16 anni di reclusione. I reati contestati a Luigi Preiti sono quelli di tentato omicidio plurimo, porto abusivo di arma clandestina e ricettazione. La sentenza arriva al termine del processo celebrato con rito abbreviato. Preiti infatti sparò, il 28 aprile 2013, giorno del giuramento del governo Letta, davanti Palazzo Chigi, ferendo tre Carabinieri di cui uno in maniera grave, il brigadiere Giuseppe Giangrande, da pochi giorni ricoverato nuovamente a Prato. In aula, nel corso della requisitoria dove è stata formulata la richiesta di condanna contro Luigi Preiti, 46enne di Rosarno, era presente anche la figlia del brigadiere Giuseppe Giangrande, Martina. Sembra che nel corso delle dichiarazioni spontanee, Preiti abbia chiesto "scusa a tutti, all'Arma dei carabinieri, ai singoli militari feriti, alla famiglia di Giangrande ed alla mia famiglia. - aggiungendo - Se potessi mi sostituire a Giangrande prendendomi le sue sofferenze. Non volevo fare quello che ho fatto".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: