le notizie che fanno testo, dal 2010

Prata di Principato Ultra: figlio fa rumore con la moto, padre preso a mazzate

"Sono stati individuati e deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino quattro giovani pregiudicati del posto ritenuti responsabili dei reati di lesioni personali aggravate, minacce e porto di strumenti atti ad offendere", segnala in una nota la Benemerita.

"A conclusione di articolata attività investigativa posta in essere dai militari del Comando Compagnia Carabinieri di Mirabella Eclano, sono stati individuati e deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino quattro giovani pregiudicati del posto ritenuti responsabili dei reati di lesioni personali aggravate, minacce e porto di strumenti atti ad offendere" segnala in un comunicato l'Arma.
"In particolare - viene evidenziato quindi dalla Benemerita -, i Carabinieri della Stazione Carabinieri di Pratola Serra, costantemente impegnati nella capillare attività di controllo del territorio tesa a garantire sicurezza e rispetto della legalità, a seguito di comunicazione al '112' prontamente intervenivano a Prata di Principato Ultra ove veniva segnalata un'aggressione in atto da parte di alcuni individui, nei confronti di una persona."

"Giunti sul posto, acquisite le prime informazioni utili alle indagini, i Carabinieri riuscivano ad identificare i quattro componenti della banda. Gli stessi poco prima si erano recati a bordo di due autovetture presso l'abitazione del malcapitato il quale, appena uscito di casa veniva dapprima minacciato e poi percosso con una grossa mazza che gli stessi avevano in una delle due autovetture. Soccorso dai sanitari, l'uomo veniva trasportato con ambulanza al pronto soccorso dell'ospedale di Avellino per le ferite alla testa. Dalle successive indagini si accertava che il movente della violente azione era verosimilmente riconducibile al disturbo in paese provocato dal rumore di una motocicletta condotta dal figlio della vittima. Sono in corso accertamenti finalizzati all'individuazione di eventuali altri responsabili" si continua infine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: