le notizie che fanno testo, dal 2010

Napoli, Carabinieri: 2 milioni di euro di merce sequestrata in beneficenza

"Più di un milione di euro di merce di provenienza illecita rinvenuta dai carabinieri va in beneficenza. Giocattoli, elettrodomestici e molto altro donato a ospedali pediatrici e istituti di assistenza", illustrano in una nota dalla Benemerita.

"Più di un milione di euro di merce di provenienza illecita rinvenuta dai Carabinieri va in beneficenza. Giocattoli, elettrodomestici e molto altro donato a ospedali pediatrici e istituti di assistenza. Bigliardini, altalene, palloni, televisori, arredi e tanto altro in regalo al Posilipon Santobono, Monaldi, Policlinico, Redentoristi, Caritas, Ordine di Malta, Parrocchia San Lorenzo, Parrocchia Buon Consiglio, Centro Laila, SS Annunziata, Ombre Luminose e altri ancora" riferisce con un comunicato l'Arma.
"A febbraio scorso in un grosso centro di smistamento commerciale nella zona Est del capoluogo - seguita inoltre la Benemerita -, i carabinieri di Napoli intercettarono 18 container contenenti circa due milioni di euro di merce di provenienza illegale. Tra questa merce, oltre ad interi studi medici, arredamenti e quant'altro, c'erano tantissimi giocattoli, elettrodomestici, abbigliamento e materiale di vario genere. Dopo accurate indagini, non essendo emersa la riconducibilità legittima di buona parte della merce, la Procura della Repubblica di Napoli e i Carabinieri del Comando Provinciale hanno deciso di donare tutto in beneficenza. Questa mattina ci sarà l'apertura dei container e l'inizio della distribuzione del materiale."
"I bambini presso le citate strutture avranno a disposizione nuove altalene - illustrano in ultimo i militari -, bigliardini, palloni, giocattoli vari, cappellini borse, magliette, occhiali da sole, ecc. Mentre le amministrazioni dei Centri riceveranno televisori, nuovi arredi, alberi di natale, elettrodomestici, fax, stampanti, pentole e molto altro. E' la prima volta che un sequestro di materiale così ingente viene dato in beneficenza ad istituti sanitari e assistenziali."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: