le notizie che fanno testo, dal 2010

Grezzago (MI): sorpresi con una tonnellata di zinco in barre, 2 arresti per ricettazione

"Nella corte di una vecchia cascina di Grezzago (Milano) i Carabinieri della Compagnia di Vimercate hanno proceduto all'arresto, nella flagranza dei reati di 'tentato riciclaggio' e 'ricettazione in concorso', di due pregiudicati rumeni di 38 e 42 anni ove stavano rimuovendo il marchio di produzione da una tonnellata di zinco in barre", si annuncia in un comunicato dai Carabinieri.

"Nella corte di una vecchia cascina di Grezzago (Milano) i Carabinieri della Compagnia di Vimercate hanno proceduto all'arresto - si segnala in un comunicato dell'Arma -, nella flagranza dei reati di 'tentato riciclaggio' e 'ricettazione in concorso', di due pregiudicati rumeni di 38 e 42 anni ove stavano rimuovendo il marchio di produzione da una tonnellata di zinco in barre, per renderne impossibile la riconducibilità al legittimo proprietario e, quindi, immettere il metallo sul mercato clandestino."
La Benemerita dà rilievo di seguito: "Il metallo, non ancora alterato è risultato prodotto in un'azienda del pavese che sta procedendo ad un inventario per quantificare l'esatto ammontare del prodotto asportato. Nel corso dell'intervento, gli operanti hanno rinvenuto, inoltre, all'interno dell'abitazione dei due malfattori, 2 dipinti con cornice a firma di 'G.F. Gonzaga' sul cui conto sono in corso specifiche verifiche, anche con l'ausilio del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Monza, allo scopo di stabilirne l'autenticità, la provenienza ed il valore."
"Approfondendo ulteriormente gli accertamenti - proseguono i militari -, i Carabinieri hanno effettuato un'ulteriore perquisizione in un'abitazione attigua a quella dei due pregiudicati ove hanno sorpreso altri nove cittadini rumeni, anch'essi con precedenti specifici, tra cui anche un minorenne, con della refurtiva composta da 2 compressori professionali, 3 trapani con relativa valigetta, 1 aerografo e relativi accessori, 3 smerigliatrici elettriche, diversi accessori per telefoni cellulari, numerose confezioni di taglierini e di lame di ricambio, attrezzi vari idonei allo scasso e cesoie."
"Sulla merce, attualmente sottoposta a sequestro ed il cui valore commerciale supera i quindicimila euro, sono in corso i necessari approfondimenti per accertarne la provenienza. I due pregiudicati sono stati accompagnati a 'San Vittore' mentre gli altri nove, sono stati deferiti in stato di libertà per ricettazione in concorso. L'intervento si inserisce in un'attività di più ampio respiro, disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Milano per fronteggiare il fenomeno dei furti nelle abitazioni private e le aziende, attraverso un'attenta pianificazione dei servizi di controllo straordinari del territorio che vengono attuati con l'ausilio della squadre della Compagnia d'Intervento Operativo del 3° Reggimento Carabinieri Lombardia" seguitano al termine i militi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: