le notizie che fanno testo, dal 2010

Bisceglie (BT): sparatoria durante una lite, arrestato un 39enne

"È stato arrestato l'autore della sparatoria avvenuta il 29 ottobre scorso, nell'area artigianale, a Bisceglie, durante una lite avvenuta tra due pregiudicati del posto. Si tratta di un 39enne, già noto alle forze dell'ordine, semilibero, ed è accusato di lesioni personali aggravate e porto abusivo di arma comune da sparo", scrive in un comunicato la Benemerita.

"È stato arrestato l'autore della sparatoria avvenuta il 29 ottobre scorso, nell'area artigianale, a Bisceglie, durante una lite avvenuta tra due pregiudicati del posto. Si tratta di un 39enne, già noto alle forze dell'ordine, semilibero, ed è accusato di lesioni personali aggravate e porto abusivo di arma comune da sparo" si apprende da una nota dei Carabinieri.
La Benemerita prosegue inoltre: "L'uomo è stato arrestato dai Carabinieri di Bisceglie, che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Trani, su richiesta della Procura della Repubblica. Alle prime ore del mattino, una telefonata giunta al 112, che segnalava il ferimento di un uomo con un colpo di pistola, presso l'area artigianale della città, fece convergere in quella zona una pattuglia dell'Arma."
Si precisa ancora: "L'ispezione dei luoghi, teatro della sparatoria, consentì ai militari di accertare che un 59enne, anch'egli con precedenti, era stato violentemente picchiato al volto ed al corpo e che il suo aggressore lo aveva ferito al piede destro con un colpo di pistola, di piccolo calibro, nonché di rinvenire alcuni bossoli ed una cartuccia inesplosa."
"Determinante si è rivelato l'attento esame delle immagini impresse nelle numerose telecamere di sorveglianza, installate nella zona, che hanno consentito, a distanza di alcuni giorni, d'identificare l'autore dell'aggressione e di ricostruire la dinamica degli eventi. I due, dopo essersi incontrati, avviano un'accesa discussione e dopo le primissime battute, partono gli spintoni, gli schiaffi. Ad un certo punto spunta una pistola, con cui il 39enne spara in aria e agli arti inferiori della vittima che, presa dal panico, scansa i colpi saltellando su sé stessa, senza tuttavia riuscire ad evitare di essere attinto. Le fasi concitate, durate appena un minuto, terminano con l'allontanamento dei due 'litiganti' come se nulla fosse avvenuto. La vittima fu ricoverata in ospedale, a Bari, poichè colpita al volto con tale violenza, da richiedere più interventi chirurgici e punti di sutura. Ancora ignoto il movente del gesto, probabilmente riconducibile a dissapori mai sopiti tra i due attori della lite" illustrano in ultimo nel comunicato i militi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: