le notizie che fanno testo, dal 2010

Barile (PZ): violenta rissa per motivi sentimentali, arrestati 4 romeni

"I Carabinieri della Stazione di Barile, coadiuvati dai colleghi della Compagnia di Melfi, hanno arrestato 4 persone di 35, 27, 32 e 41 anni, tutti di origine romena ma, da anni, residenti nei comuni di Barile e Rionero in Vulture, ritenuti responsabili dei reati di rissa aggravata, lesioni personali aggravate e porto di oggetti atti ad offendere", si rende pubblico in un comunicato dalla Benemerita.

L'Arma rende noto, attraverso quest'ultimo comunicato pubblicato sul loro sito istituzionale: "I Carabinieri della Stazione di Barile, coadiuvati dai colleghi della Compagnia di Melfi, hanno arrestato 4 persone di 35, 27, 32 e 41 anni, tutti di origine romena ma, da anni, residenti nei comuni di Barile e Rionero in Vulture, ritenuti responsabili dei reati di rissa aggravata, lesioni personali aggravate e porto di oggetti atti ad offendere."
"Erano circa le ore 24 dell'11 luglio 2015, quando una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Barile stava effettuando una serie di controlli nel centro abitato. Avvicinata da una persona che segnalava una violenta rissa in atto per le vie del centro storico, si è diretta sul luogo della rissa. Sul posto i militari hanno trovato quattro persone che se le davano di santa ragione utilizzando anche bastoni e pezzi di lamiere. Alla vista dei militari, i malviventi hanno cercato di disperdersi per i vicoli ma sono stati comunque fermati e trasportati in ospedale dal personale del 118. Gli investigatori hanno quindi accertato che la rissa era scaturita per futili motivi legati a ragioni sentimentali. Al termine dell'attività investigativa, tutti e quattro i soggetti sono stati arrestati e, su disposizione del pubblico ministero presso la Procura della Repubblica di Potenza, tre venivano tradotti presso le loro rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari mentre il quarto, sottoposto ad analogo provvedimento, è piantonato in ospedale" osserva in conclusione nella nota la Benemerita.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: