le notizie che fanno testo, dal 2010

Abano Terme (Padova): tenta rapina e tiene ostaggio bimbo 10 anni, arrestato

"I Carabinieri di Abano Terme (PD) hanno arrestato in flagranza un rapinatore senza scrupoli che, scoperto a rubare in casa dai proprietari, per garantirsi la fuga ha preso in ostaggio il figlio minore, puntandogli un lungo coltello alla gola", viene riferito in un comunicato i Carabinieri.

"I Carabinieri di Abano Terme (PD) hanno arrestato in flagranza un rapinatore senza scrupoli che, scoperto a rubare in casa dai proprietari, per garantirsi la fuga ha preso in ostaggio il figlio minore, puntandogli un lungo coltello alla gola" rende pubblico con un comunicato l'Arma.
"L'intervento rapido e deciso dei militari accorsi ha fatto sì che la vicenda avesse un lieto fine. L'arrestato, un cittadino albanese di trentuno anni, nel cuore della notte, dopo svariati tentativi di effrazione, è entrato in un abitazione privata di Montegrotto. Il rumore provocato svegliava tutti gli occupanti dell'abitazione che, accese le luci, si sono avviati verso il luogo da cui il rumore proveniva" prosegue la Benemerita.
I militi evidenziano poi: "Purtroppo il primo ad imbattersi nel rapinatore è stato il piccolo di casa, un bimbo di 10 anni, che è stato subito afferrato per un braccio dal malvivente che lo ha stretto forte a sè, minacciandolo con un lungo coltello puntato alla gola."
"Vittima del vile ricatto - viene sottolineato -, la famiglia, per salvare il proprio piccolo, ha subito iniziato a raccogliere soldi e gioielli presenti in casa. Approfittando delle urla e della confusione, la sorella quindicenne si è sottratta alla sorveglianza del rapinatore e - uscita di casa - con il suo cellulare ha chiesto aiuto al 112. La pattuglia, già in zona per precedenti interventi, è arrivata immediatamente dalla ragazzina, facendo poi irruzione in casa."
"Il deciso e risoluto intervento dei militari - si riferisce in aggiunta -, adottato nel rispetto di consolidate procedure operative, ha colto di sorpresa il sequestratore che in un attimo di esitazione ha mollato la presa sul minore quel tanto che è bastato ai due militari per disarmarlo e ammanettarlo."
Viene segnalato infine nella nota: "La famiglia si è così potuta ritrovare in un abbraccio liberatorio"

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: