le notizie che fanno testo, dal 2010

Ius soli e ius culturae: ok alla Camera. Cosa cambia?

La Camera ha approvato le nuove norme sullo ius soli e lo ius culturae. Il provvedimento passa ora all'esame del Senato. Il testo è stato approvato con 310 sì, 66 no e 83 astenuti. Contro la norma hanno votato contro Lega Nord, Fratelli d'Italia e Forza Italia. Astenuto invece il MoVimento 5 Stelle. Ecco cosa cambia.

La Camera ha approvato il testo unificato delle proposte di legge recante modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, in materia di cittadinanza, il cosiddetto ius soli. Il provvedimento passa ora all'esame del Senato. Il testo è stato approvato con 310 sì, 66 no e 83 astenuti. Contro la norma hanno votato contro Lega Nord, Fratelli d'Italia e Forza Italia. Astenuto invece il MoVimento 5 Stelle. Il provvedimento prevede il diritto di cittadinanza per nascita a chi è nato nel territorio italiano da genitori stranieri, di cui almeno uno sia in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. Dovranno però essere i genitori a dichiarare la volontà di voler ottenere per il figlio la cittadinanza italiana, richiesta che dovrà essere fatta entro il suo 18esimo anno di età. La norma approvata alla Camera introduce anche il cosiddetto ius culturae. Potrà quindi richiedere la cittadinanza italiana il minore straniero, che sia nato in Italia o sia entrato nel nostro Paese entro il compimento del dodicesimo anno di età, che abbia frequentato regolarmente, per almeno cinque anni nel territorio nazionale, la scuola. Solo nel caso in cui la frequenza al ciclo scolastico riguardi l'istruzione primaria, è necessaria la promozione per ottenere la cittadinanza. Le nuove norme si applicheranno anche ai 127mila stranieri in possesso dei nuovi requisiti ma che abbiano superato, al momento di approvazione della legge, il limite di età dei 20 anni per farne richiesta. Il ministero dell'Interno avrà sei mesi di tempo per rilasciare il nulla osta. Per lo ius soli previsto dalle norme attuali, relative allo straniero nato e residente in italia legalmente senza interruzioni fino a 18 anni, il termine per la dichiarazione di acquisto della cittadinanza viene infatti aumentato da uno a due anni dal raggiungimento della maggiore età.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: